clipper (Italiano)

I clippers sono nati negli Stati Uniti d’America, dove il commercio era totalmente gratuito, al fine di trasportare rapidamente i passeggeri e un alto valore aggiunto.

La British Merchant Navy e in particolare la compagnia dell’India orientale, che godeva di un monopolio reale, ha utilizzato vasi molto più lenti, forme molto diverse di navi del diciassettesimo e XVIII secolo, l’Indias orientale.

Queste navi in L’aspetto Pantaud è stato progettato per difendersi su acque non sicure (pirati e corsia di guerre napoleoniche), quindi erano ampi, massicci e portavano una batteria al barile nel magazzino.

Se necessario, potrebbero essere riconvertiti in Nashi di navi da guerra.

Una congiunzione di fattori: concorrenza di vapori, scoperta di miniere d’oro in California e Australia (Rush to Gold), Introduzione di Opium English in Cina, ha creato un dema NDE per navi più veloci, che non doveva più essere armata.

Cantieri americani (specialmente quella del Bostonian Donald Mc Kay (IT)) I vasi costruiti con forme fini e strette, prive di armature difensiva e dotate di un “grande motore”, vale a dire un’enorme vela.

Per consentire alle riduzioni ridotte delle alette dell’equipaggio, i ometri e i pappagalli erano divisi (fisso Hunner e Gancio volante), i Cocatois, di solito l’ultimo La fase dell’ala dei proiettori quadrati, a volte venivano sormontata dal contro-cacatois (chiamato Moonsail inglese, Moonraker, Skysail) utilizzabile solo in breve tempo. ‘ala può anche essere aumentata nella direzione laterale utilizzando le pinze, installate su grovigli che prolungano gli orguenti , tutti dando la comparsa di una “nuvola di veli volanti sul mare”.

Un sartiame come complesso e potente è stato molto impegnativo Per quanto riguarda la manovra, richiedendo frequenti aggiustamenti (e pericolosi) per raggiungere il massimo senza “rompere il legno”.

Gli equipaggi americani sono stati quindi portati al duro, come evidenziato dal folclore e dalle canzoni di Bordo relativo alla famosa compagnia Black Ball Line e alla testimonianza dello scrittore americano Richard Dana.

I clippers americani della corsa in oro sono stati costruiti per andare rapidamente e non durare (uso della biance whitewood) e molti di loro sono stati abbandonati non appena arrivano in California. Come evidenziato dalle foto scattate nel 1849-1850 a San Francisco, la carenza di manodopera qualificata spinse allo sviluppo della pratica dello shambiaganism.

la navy mercantile britannica, dopo l’abrogazione delle leggi protezionistiche. E Il monopolio della società dell’India orientale ha anche lanciato nella costruzione di clippers per destinazioni lontane (lana e grano da Australia, tè della Cina e Ceylon, oppio, prodotti coloniali dell’India) inaccessibili ai vapori al momento, troppo grandi consumatori di carbone. A differenza del I clippers americani, i vasi inglesi sono stati progettati per durare: cornice interna in rovere, quindi ferro (costruzione composita), Birmania in teak confinante. È questa robustezza che ha permesso al Cutty Sark di raggiungere il nostro tempo.

L’apertura del canale Suez, impraticabile per le barche a vela pure, il miglioramento delle macchine a vapore (invenzione del condensatore) arrotondava il GLA di L’era dei tagliatori.

Dopo il 1870, le barche a vela, costruite in ferro, poi in acciaio, si avventurarono con strade molto lontane, prive di depositi di carbone (nitrati del Cile, legno, legno. Dall’Oregon, australiano Lana, nichel di nuova caledonia), ma queste navi, progettate per il carico utile e l’economia, non avevano più l’eleganza dei clippers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *