Convenzione sul divieto di armi chimiche

La convenzione è unica nel suo genere perché è il primo trattato multilaterale che vieta un’intera categoria di armi di distruzione di massa e prevede la verifica internazionale del distruzione di questi. È anche il primo trattato del disarmo negoziato in un quadro interamente multilaterale, che apre la strada a una maggiore trasparenza e l’uguaglianza di applicazione a tutti gli Stati parti.

La convenzione ha anche negoziato con la partecipazione attiva del settore chimico intorno Il mondo, garantendo così la continua concorrenza di quest’ultimo al regime di verifica del settore stabilito dalla Convenzione delle armi chimiche. La convenzione prevede l’ispezione delle strutture del settore per garantire che le sostanze chimiche tossiche siano solo per scopi non vietati dalla convenzione.
Comunque, la comunità internazionale è riuscita a sviluppare un trattato che consente sia di verificare la distruzione delle armi chimiche a livello globale e Garantire la non proliferazione di queste armi e sostanze chimiche tossiche che entrano nella loro fabbricazione. Inoltre, la Convenzione promuove la cooperazione internazionale tra gli Stati parti nell’uso pacifico della chimica e prevede assistenza e protezione per gli Stati parti minacciati o attaccati da armi chimiche.

La Convenzione sulle armi chimiche consiste in un preambolo, di 24 articoli e tre allegati: allegato su prodotti chimici, allegato sulla verifica e allegato sulla riservatezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *