Convertitore unità (Italiano)

Ci sono tre forze, in equilibrio dinamico, agendo su questo surfista, vale a dire: gravità, sollevamento e trascinare

ci sono tre forze, in equilibrio dinamico, agendo su questo surfista, vale a dire: gravità, sollevamento e trascinare

Anteprima

La fisica definisce la forza come azione che provoca un cambiamento nel movimento di un corpo, sia che si tratti di movimento esterno o interno, come cambiare la sua forma. Ad esempio, quando viene rilasciata una pietra, cade perché è guidata dalla forza gravitazionale della terra. Durante questo effetto, la pietra si piega i fili di erba su cui cade – la forza del peso li fa muovere e cambiare forma.

La forza è un vettore, cioè. “Lei ha una direzione. Quando diverse forze agiscono su un oggetto e lo disegnano in direzioni diverse, queste forze possono essere in equilibrio, il che significa che la loro somma vettoriale è uguale a zero. In questo caso, l’oggetto sarebbe a riposo. La pietra dell’esempio precedente può rotolare dopo aver toccato il terreno, tuttavia, alla fine si fermerà. La forza della gravità continua a tirarla giù, ma allo stesso tempo la forza normale, o la forza di reazione del terreno, spinge la pietra verso l’alto. La somma netta di queste forze è uguale a zero, sono in equilibrio e la pietra non si muove.

L’unità di forza se è il Newton. Un Newton corrisponde alla forza netta che accelera un oggetto con una massa di un chilogrammo da un metro per secondo quadrato.

bilancia

il primo scienziato per studiare le forze e creare un modello della loro interazione con il materiale nell’universo, era Aristotele. Secondo il suo modello, se la somma vettoriale netta delle forze che agisce su un oggetto è uguale a zero, le forze sono quindi nello stato di equilibrio e dell’oggetto è a riposo. Questo modello è stato quindi corretto per includere oggetti che si muovono a una velocità costante quando le forze sono in equilibrio. Questo tipo di equilibrio è chiamato equilibrio dinamico, mentre quello con l’oggetto a riposo è chiamato equilibrio statico.

forze fondamentali nell’universo

forze in natura si spostano o mantengono gli oggetti a posto. Ci sono quattro forze (o interazioni) fondamentale in natura: forte, elettromagnetico, debole e gravitazionale. Tutte le altre forze sono sottoinsiemi di questi quattro sopra menzionati. Le forze forti e deboli, a differenza delle forze elettriche e gravitazionali, agiscono solo a livello nucleare. Non influenzano le lunghe distanze.

Forza forte

La forza forte, chiamata anche forte interazione, è la più potente delle quattro interazioni fondamentali. Agisce sugli elementi del nucleo atomico, mantenendo i neutroni e i protoni insieme. Questa forza, portata da gluons, lega i quark per formare particelle più elevate. I quark formano neutroni, protoni e altre particelle più grandi. I gluoni sono particelle elementari più piccole, che non hanno una sottostruttura, si muovono tra i quark come portanti di forza. Il movimento dei gluoni crea una forte interazione tra i quark. È la forza che costituisce il materiale nell’universo.

forza elettromagnetica

Tipo Transformers Kyoto Pole, Giappone

Transformers Tipo Pole in Kyoto, Giappone

La forza elettromagnetica, chiamata anche l’interazione elettromagnetica, è il secondo al potere. È un’interazione tra le particelle che portano accuse opposte o identiche. Quando due particelle hanno lo stesso carico, cioè sia positive, sia negative, si respingono. Se, d’altra parte, hanno una carica opposta, dove si è positiva e l’altro negativo, quindi sono attratti l’un l’altro. Questo movimento di particelle, respinto o attratto, è elettricità – un fenomeno fisico che usiamo nelle nostre vite quotidiane e nella maggior parte delle tecnologie.

La forza elettromagnetica può spiegare anche le reazioni chimiche, la luce ed elettricità, pure come le interazioni tra molecole, atomi ed elettroni. Queste interazioni particelle sono responsabili della forma che gli oggetti solidi prendono il mondo. La forza o l’interazione elettromagnetica impedisce due oggetti solidi dall’affonamento, poiché gli elettroni in un oggetto respingono gli elettroni dello stesso carico dell’altro oggetto.Lunga, le forze elettriche e magnetiche sono state trattate separatamente, ma infine gli scienziati hanno scoperto che erano collegati. La maggior parte degli oggetti ha un carico neutro, tuttavia è possibile modificare il carico di un oggetto sfregandolo con un altro. Gli elettroni circolaranno tra i due corpi, essere attratti dagli elettroni di carica opposti nell’altro oggetto. Ciò lascerà più elettroni con lo stesso carico sulla superficie di ciascun oggetto, cambiando così il carico dominante di tutto l’oggetto. Ad esempio, se strofiniamo i capelli con un maglione, allora viene spostato, i capelli si trova e lo “seguono”. Questo perché gli elettroni sulla superficie dei capelli sono più attratti dagli atomi sulla superficie del maglione e non del contrario. I capelli o altri oggetti cari in modo simile saranno anche attratti dalle superfici del carico neutra.

bassa resistenza

La forza debole, chiamata anche bassa interazione, è meno potente della forza elettromagnetica . Proprio come i gluoni indossano forti forza, W e Z Bosons sono responsabili della forza debole. Queste sono particelle elementari che vengono emesse o assorbite. I Bosoni w facilitano il processo di disintegrazione radioattiva, mentre i Bosons Z non influiscono sulle particelle con cui entrano in contatto, ad eccezione del trasferimento dell’importo del movimento. Incontri di carbonio, è possibile un processo di determinare l’età della materia organica, grazie alla forza debole. È usato per conoscere l’età degli artefatti storici in base alla valutazione della disintegrazione del carbonio presente in questa materia organica.

forza gravitazionale

Lago Ontario. Mississauga (Canada). SIRRY SKY

LAGO ONTARIO. Mississauga (Canada). SIRRY SKY

La forza gravitazionale, chiamata anche interazione gravitazionale, è la più bassa delle quattro interazioni. Mantiene oggetti astronomici nella loro posizione nell’universo, è responsabile delle maree e degli oggetti che cadono sul terreno quando vengono rilasciati. È la forza che agisce su oggetti, attirandoli l’un l’altro. La forza di questa attrazione aumenta con la massa dell’oggetto. Come le altre forze, sembra che sia trasmesso da particelle, graviti, ma queste particelle non sono ancora state rilevate. La gravitazione colpisce come si muovono gli oggetti astronomici, il movimento può essere calcolato, a seconda della massa degli oggetti circostanti, che ha permesso agli scienziati di prevedere che il Nettuno esiste osservando il movimento di Urano, prima che Nettuno sia visto nel telescopio. Questo perché il movimento di Urano era “irregolare” in relazione al suo dislocamento proiettato, basato su oggetti astronomici noti al momento, quindi gli scienziati hanno dedotto che un altro pianeta, ancora invisibile, deve interrompere questo movimento..

Secondo la teoria della relatività, la gravità influisce anche sulla gravità del continuum space-time, lo spazio quadridimensionale in cui tutto, compresi gli umani, esiste. Secondo questa teoria, la curvatura dello spazio-tempo aumenta con la massa e per questo, è più facile notarlo con oggetti grandi come pianeti o avere una massa più grande. Questa curvatura è stata dimostrata sperimentalmente sperimentalmente e può essere vista quando vengono confrontati due orologi sincronizzati, dove uno è fermo e l’altro si muove su una distanza considerevole lungo un corpo con una grande massa. Ad esempio, se l’orologio viene spostato attorno all’orbita della Terra, come nell’esperimento di Hafele-Keating, quindi il tempo che indica sarà spostato rispetto all’orologio stazionario, perché la curvatura del ‘tempo-tempo è passata il tempo Più lentamente per l’orologio mobile.

La forza di gravità rende accelerare gli oggetti cadendo a un altro oggetto, questo è evidente quando la differenza di massa tra i due è alta. Questa accelerazione può essere calcolata in base alla massa di oggetti. Per gli oggetti che cadono verso la Terra, è di circa 9,8 metri per secondo quadrato.

Tides

le rocce marine

Le maree sono esempi di forza gravitazionale in azione. Sono causati dalle forze gravitazionali della luna, del sole e della terra. A differenza degli oggetti solidi, l’acqua può facilmente cambiare forma quando le forze agiscono su di esso. Di conseguenza, quando le forze gravitazionali della luna e il sole agiscono sulla terra, la superficie del terreno non è attratta da queste forze tanto quanto l’acqua. La luna e il sole si muovono nel cielo e sull’acqua sulla terra li seguono, causando così le maree.Le forze che agiscono sull’acqua sono chiamate forze di marea; Hanno una varietà di forze gravitazionali. La luna, essere più vicina alla terra, ha una forza di marea più potente rispetto al sole. Quando le forze di marea del sole e la luna agiscono nella stessa direzione, la marea è più potente e si chiama la marea di primavera. Quando queste due forze sono in opposizione, la marea è inferiore ed è chiamata Tide Neap.

Le maree si verificano con una frequenza diversa a seconda dell’area geografica. Dal momento che la gravità della luna e il sole disegna sia l’acqua che l’intero pianeta terra, in alcune aree le maree si verificano contemporaneamente quando la forza gravitazionale disegna acqua e la terra in direzioni diverse o identiche. In questo caso, le due mare e basse maree si verificano due volte in un giorno. Mentre in altre regioni, questo si verifica solo una volta al giorno. Le caratteristiche delle maree sulla costa dipendono dalla sua forma, del tipo di marea profonda oceano, la posizione della luna e del sole, così come l’interazione delle loro forze gravitazionali. In alcuni punti, la durata del tempo tra le maree può richiedere fino a diversi anni. Secondo la costa e la profondità dell’oceano, le maree possono causare correnti, tempeste, cambiamenti nella velocità del vento e fluttuazioni in pressione atmosferica. Alcuni luoghi utilizzano orologi speciali per calcolare e prevedere quando si verificherà la riquadro successivo. Sono configurati in base alle occorrenze di marea nella regione e devono essere riconfigurate quando vengono spostate in un’altra posizione. Gli orologi delle maree non sono efficaci in alcune aree in cui è difficile prevedere le maree lì.

La forza della marea, che causa il livello dell’acqua che sale e scendendo le costole, è a volte usato per produrre elettricità. I moli di marea hanno usato questa forza per secoli. La costruzione di base ha un pool di restrizioni e l’acqua è consentita per entrare in alto marea e rilassarsi a bassa marea. L’energia cinetica dell’acqua che scorre attiva la ruota della ruota e la potenza generata viene utilizzata per eseguire un lavoro, ad esempio, macinare i grani di farina. Sebbene questo sistema abbia un numero di svantaggi, inclusi i pericoli per l’ecosistema in cui questo mulino è costruito, questo metodo di produzione di energia ha il potenziale perché è una fonte di energia rinnovabile. E affidabile.

Forze non fondamentali

Le forze derivate dalle quattro forze di base sono chiamate forze o interazioni non fondamentali.

Forza normale

equilibrio

bilancia

Una delle forze non fondamentali è nota come la forza normale, che agisce perpendicolare alla superficie dell’oggetto e cresce verso l’esterno, resistente alla pressione di altri corpi. Quando un oggetto viene posizionato su una superficie, l’ampiezza della forza normale è uguale alla forza netta esercitata sulla superficie. Su una superficie piana, quando le forze diverse dalla gravità sono in equilibrio, la forza normale è uguale alla forza gravitazionale di intensità e opposto verso. La somma vettoriale delle due forze è quindi uguale a zero e l’oggetto è immobile o spostata a una velocità costante. Quando l’oggetto è inclinato e altre forze sono in equilibrio, la somma delle forze gravitazionali e normali è diretta verso il basso (ma non direttamente verso il basso, perpendicolare all’orizzonte) e l’oggetto scorre lungo inclinazione.

Pneumatici più grandi offrono un attrito migliore

I pneumatici più grandi offrono un attrito migliore

attrito

L’attrito (o attrito) è una forza parallela alla superficie di un oggetto e opposta al suo movimento. Si verifica quando due oggetti scorrevano l’uno contro l’altro (attrito cinetico), o quando un oggetto immobile è posizionato su una superficie inclinata (attrito statico). Questa forza viene applicata quando si sposta gli oggetti, ad esempio l’adesione delle ruote a terra dovuta all’attrito, che senza che non potessero spingere veicoli. L’attrito tra la gomma di pneumatici e il terreno è abbastanza forte da garantire che i pneumatici non scivolano sul pavimento e consentono il movimento rotolamento e il controllo migliore della direzione del movimento. L’attrito di un oggetto rotolante, l’attrito o la resistenza al rotolamento, non mostrano abbastanza potere di quello dell’attrito secco di due oggetti che scivolano l’uno contro l’altro. L’attrito agisce quando si ferma con l’uso di freni – le ruote di un veicolo sono fresate dall’attrito secco nei freni del disco o del tamburo.In alcuni casi, l’attrito è indesiderabile perché rallenta il movimento e scaricano i componenti meccanici. I liquidi o le superfici lisce vengono utilizzati per ridurre al minimo l’attrito.

fatti interessanti sulle forze

Le forze possono deformare oggetti solidi o modificare il volume e la pressione dei liquidi e del gas. Ciò si verifica quando le forze sono applicate in modo ineguagliabile a diverse parti dell’oggetto o della sostanza. In alcuni casi, quando la forza sufficiente viene applicata a un oggetto pesante, può essere compresso in una sfera molto piccola. Se questa sfera è piuttosto piccola, più piccola di un certo raggio, può essere formato un buco nero. Questo raggio è chiamato Schwarzschild Ray. Varia a seconda della massa dell’oggetto e può essere calcolata utilizzando una formula. Il volume di questa sfera è così piccolo, che rispetto alla massa dell’oggetto, è quasi zero. Poiché la massa di buchi neri è fortemente condensata, hanno un’attrazione gravitazionale estremamente alta, in modo che altri oggetti non possano sfuggire e la luce neanche. I buchi neri non riflettono la luce, quindi sembrano essere completamente neri. Ecco perché li chiamiamo anche noi. Gli scienziati ritengono che le stelle massicce alla fine della vita si trasformano in buchi neri e possono crescere perssa assorbendo altri oggetti che sono in un determinato raggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *