Dungeon Clermont

Secondo gli storici, ci sarebbe stato un altro forte castello di legno circondato da una falsa difesa contro le invasioni normanne nel decimo secolo.

Il misuratore

ClermontModifier Comtes

Beatrice di Borgogna

Articolo dettagliato: Elenco delle contee di Clermont-en-Beauveis.

Il castello era Occupato dai conteggi di Clermont tra cui Robert de Clermont o Robert de France, sesto figlio di Saint Louis, uno dei più famosi e anche da sua moglie, Beatrice di Borgogna.

robert de clermont o robert de france

il Medio di età superiore – A quel tempo, il Dungeon è un castello, ha dominato la città e aveva un grande potere, ha diretto la contea di Clermo NT, bordi di Beauvaisis a Castle Creil. Nel XII secolo, la città è circondata dalle sue prime mura e dal castello dei suoi bastioni. Per entrare nel dominio del castello, abbiamo trascorso una porta fortificata Street du Donjon, vicino alla porta Ulinzo; Seguito da un ponte e da un fosso dominante pieno d’acqua. Un po ‘ulteriormente esisteva un ponte di Lovis foderato, su entrambi i lati di una parete interna del muro che circonda il castello.

La camera esterna era costituita da un ripido pendio a nord non moccato dall’ingresso del cimitero attuale a L’altezza del vicolo del Châtellier (attuale Châtellier Park). A questo punto, una torre d’angolo era collegata alla massa del castello. Le mura delle fortificazioni lungo la rue du Tour-de-Ville, al livello in cui per il ritorno della piazza, hanno attraversato l’attuale impasse Duvivier, per unirsi alla porta Umbiso e il sentiero per il castello.

Dall’altro lato, all’altezza dell’ingresso del cimitero, una torre si fermò alla fine di un muro lungo la strada del General-Moulin, fino all’altezza del vicolo actentico, nello spazio di cui era una porta e Una piccola torretta distrutta nel 1853. Un ritorno dell’angolo retto raggiunse l’ingresso del castello. Il castello possedeva anche un collegiato, situato all’interno del castello, ricostruito dal conte Renaud II e dedicato nel 1114. Questa chiesa era l’unico di Clermont nel XII secolo ed è stato usato fino al 1359. La Chiesa. Samson gli succedette. Possiamo vedere le vestigia dei colleghi in una delle nicchie della porta Ulinzo e del municipio, così come i resti del castello e degli oggetti rari.

I restauri delle custodie della città e Châteaumodor

È dal 1370 che il tempo della ristorazione degli altoparlanti del castello, danneggiata durante la sede del 1359 (Jacquerie), e la costruzione delle fortificazioni del Bourg, progetta di 200 anni prima sotto Philip Augusto, Formando una recinzione definitiva di cui alcuni resti oggi: Tour of the Gloriettes, Tour Buha, Porta Ulinzo. Il layout interno dei locali del castello è poco conosciuto. D’altra parte, sappiamo che nel XVI secolo esisteva gli appartamenti del conte, il Bailiff e il suo tenente, una prigione di nome “dietro i fons”, una stanza di interrogazioni, un huch, un pozzo e un capannone per la storia il Artiglieria. C’era anche una stanza del tesoro di terra.

Incisione della città nel Medioevo dove si trova il castello in cima alla collina

il codice del diciottesimo secolo

La facciata del Nord del Dungeon

La principessa di Harcourt, che ha comprato la contea nel 1702, chiede la trasformazione del castello di rendere la sua residenza. La principessa aveva riempito alcuni dei fossati e livellato il recinto esterno del castello. L’aereo piano diventa il parco di Châtellier. La principessa di Harcourt aveva fatto un altro collegiato ricostruire, questa volta nel prolungamento del dungeon, dedicato al vescovo di Beauvais, il 14 novembre 1714. La volta fu costruita in pietra, coperta con il romano, illuminato da undici crociati con macchiato vetro e supportato da 12 collinetti a Glacis. All’interno, la navata era lastricata di piastrelle di terracotta, il coro delle pietre di Senlis, delle pedine nere e del bianco. Sotto la navata, due cestelli a volta sono stati utilizzati per la sepoltura dei canoni. Il campanile era coperto di ardesia e contenente quattro campane. Si appoggiò al portale, il contrario del perron. Sotto, un caveau era destinato alla sepoltura dei servitori della Collegiata.Una scala di sessanta gradini separati da 4 cuscinetti, partendo dal fondo dell’impasse Duvivier corrente e che portano davanti al campanile, ha permesso l’accesso al nuovo collegiato. Rimase non occupato alla morte della Contessa nel 1715, il castello fungeva da casa a Bouillat-de-Montaigu, tenente chasses del principe di Condé, fino alla rivoluzione. Jacques Cassini II lo occupava nel 1719 come residenza estiva, trasformando i letti.

la rivoluzione francese condizionamento

il dungeon alla rivoluzione francese

il dungeon è stato confiscato al momento di La rivoluzione francese, nel 1790. Il canile viene convertito in classe dei bassi in stalle, per alloggi cavalli e un distaccamento di 20 uomini di cavalleria, inviato nel parcheggio in città. I prigionieri della guerra, il 1793 al 1797 furono quindi allineati al 1793. Sembra che il Dungeon sia servito ai sospetti di Soissons, come dimostrato da un disegno di Victor Carrier de Oeluse (nonno di Albert Carrier-Belleu), bloccato con 100 altri Abitanti di Soissonnais e Lanais du Time of Robespierre. Venduto come proprietà nazionale nel 1798, il suo acquirente non ha trovato alcun uso e lo ha proposto a Napoleone che lo ha rifiutato.

il diciannovesimo e il ventesimo secolo.

il codice del diciannovesimo secolo

Il Dungeon è stato riscattato nel 1805 dall’amministrazione dipartimentale che lo converte in una casa di correzione. 20 anni dopo, un’ordinanza reale del 21 giugno 1826 ha trasformato questo stabilimento in Central House, destinato alla detenzione di donne condannate nei dipartimenti della Oise, della Senna, Aisne, Senna-et-Oise e da Seine-et-Marne . Accoglieva i famosi oli del Comune di Parigi (1871) tra cui Louise Michel, la “Vergine Rossa” che era l’unico detenuto politico dello stabilimento e rimase più di un anno (dal 1883 al 1884). Era anche l’unico detenuto che non aveva un diritto comune.

È stato rimosso nel 1903 per essere trasferito a Rennes.

L’architetto Godde, responsabile della riparazione del ” Costruire nel 1806, ha completamente cambiato la disposizione del tetto di supporto e ha rimosso i resti della mezza torre semi-incassata nella muratura della facciata nord-orientale. Questa torre domina il dungeon. Le pareti hanno spesso 4 metri di spessore e sono costruite in grandi etichette, tagliate e accoppiate. Otto pedemontane si alzano alla confezione. Ogni grande facciata è trafitta con 24 finestre (finestre attuali) che corrispondono da serie di sei ai quattro piani dell’edificio. Il piano terra è completamente a volta.

Il ventesimo centurimodificatore

Una scuola di conservazione è stata aperta nel 1908, destinata alla riabilitazione delle ragazze delinquent. Dopo la sconfitta del 1940, i tedeschi rinchiusi nel Dungeon dei prigionieri francesi, poi nel 1942, cedevano un luogo di internamento per i cittadini dei paesi in guerra contro l’asse. Nel 1944, il governo provvisorio ha zitto i prigionieri politici. Il Dungeon è un monumento storico registrato nel 1950. Assegnato dall’amministrazione del dominio nel 1951, il Dungeon, soprannominato dai tedeschi “La Cittadella”, servita come dimora a vari individui in cerca di alloggi. La città di Clermont acquistò il Dungeon al Ministero della Giustizia nel 1968, dopo il suo collasso, per un prezzo basso. Charles Ansart si è dato un acquirente, a nome della compagnia archeologica e storica di Clermont per renderlo un museo, ma la prefettura ha rifiutato il suo progetto. Un individuo ha rilevato, per un franco simbolico, decidendo un restauro generale dell’edificio, che non sarà mai fatto. La città ha nuovamente fatto l’acquisizione nel 1970. Nel 1984, una tempesta fa parte del monumento e il suo crollo del tetto.

Il Dungeon oggi e nell’AvenueDifier

Alla fine, una riqualificazione del dungeon permetterà di creare un teatro verde vicino al monumento e creare accesso diretto al Châtellier Park, situato sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *