Elenco dei campi esterni

Sulla iniziativa di un comitato di sopravvivenza di tutte le nazioni, il “Monumento di Cap Arcona” è inaugurato il 6 luglio 1947 a Neustadt-Pelzerhaken. Nel 1980, un piatto è apposto che riferisce brevemente gli eventi storici. Nel 1983, la “Deutsche Gewerkschaftsbund” (Confederazione tedesca dei sindacati) in collaborazione con l’International Neuinengammme Amicale, apposisse una seconda targa commemorativa.

Nel cimitero ebraico di Neustadt, Am Grasweg, riposa circa 100 ” Vittime di Cap Arcona “, identificato come essere stati detenuti ebrei. 100 altre vittime dei bombardamenti dei detenuti sono stati sepolti nel cimitero dell’attuale clinica neurologica, psichiatrica e riabilitazione, situato “Am Parkweg”.

3 maggio 1990, in occasione del 45 ° anniversario dei campioni Di detenuto, il Museo di Cap Arcona è inaugurato a Neustadt. Nell’ala orientale del museo “Ostholstein” situato “Krempler Tor” sono esposti tra gli altri dai frammenti autentici del relitto della barca. Le mappe e le foto consentono ai visitatori di ricostruire gli eventi del 3 maggio 1945.

Mostre permanenti presso il Museo Regionale sull’isola di Poel, vicino a Wismar (i cadaveri erano stati rifiutati dal mare fino a questo posto) così come a Il Museo municipale di Grevesmühlen fornisce informazioni sulla tragedia delle barche Detainee. A Grevemühlen, sul Tannenberg, è il centro commemorativo per tutte le vittime del “Cap Arcona” e il “Thielbek” i cui corpi sono stati respinti sulla costa del Mar Baltico di ciò che diventerà l’RDA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *