Funghi: buon consiglio per riuscire a raccogliere in Normandia

“Quest’anno i funghi sono piuttosto timidi”. Questa è l’osservazione elaborata dal Dr. Jean-Philippe Rioult, Docente in Botanica e Micologia dell’Università di Caen. La siccità non ha favorito l’emergere di funghi e piogge nelle ultime settimane non sono stati sufficienti.
Daniel Jean, il presidente delle micologia di Belle, è ancora fiducioso: “È più Tardif come al solito ma i funghi arriveranno”. A MyCologiads, il fine settimana dal 5 al 6 ottobre 2019, 371 specie sono state identificate contro i 600 anni dei buoni anni. Jean-Philippe Rioult e Daniel Jean ci ha dato alcuni buoni consigli per riuscire a raccogliere.

Dove raccogliere funghi?

Primo passo per trovare: Vai a una foresta in cui è la raccolta dei funghi permesso. La foresta normana si estende su quasi 420.000 ettari o il 14% della superficie totale della Normandia. È nel dipartimento di EURE che troviamo gli spazi più boscosi e nella manica che un minimo elenca.
Il problema è che tutte queste foreste non sono aperte al pubblico. Il ¾ della superficie legnosa regionale appartiene ai proprietari privati e quindi è vietato penetrare (se non autorizzato dal proprietario). evenge, la raccolta è tollerata in alcune foreste comuni e nei campi gestiti. Dalla NFB.
Su questa mappa, le foreste francesi in Normandia:

10 Suggerimenti per avere successo nella raccolta

  • Guarda il tempo. Il meglio è raggiungere la foresta durante una giornata di sole e dopo un episodio piovoso. Rispetta la foresta. Evitare di imballare il pavimento e lasciare alcuni funghi in modo che possano riprodursi.
  • indossare stivali e rivestimenti di vestiti. I pantaloncini devono essere evitati e riassemblare i calzini sopra i pantaloni perché le zecche sono numerose nelle foreste normanne e possono causare gravi infezioni incluse la malattia di Lyme.
  • Utilizzare un coltello ma non tagliati troppo in alto. Devi assicurarti di avere l’intero fungo. Questo non verrà sbagliato sulla sua identificazione. Questa è spesso la causa dell’avvelenamento.
  • raccogliere funghi freschi o danneggiato o ookers. Attenzione ai funghi che hanno sofferto un colpo; Possono avvelenare allo stesso modo dei prodotti alimentari che sono stati scongelata e smerigliati.
  • Non mescolare mai le specie di funghi perché il cattivo può contaminare il diritto. Quando hai dubbi metterli in un altro cestino.
  • Utilizzare un cestino inferiore piatto perché un cestello profondo schiaccia la specie di funghi e può causare la loro contaminazione o degrado.
  • non metterlo I funghi in un sacchetto di plastica perché provoca la loro fermentazione. Conseguenza: la formazione di sostanze tossiche come putricine, cadaverina, ecc. i cui nomi sono eloquenti.
  • In caso di dubbio, vai a vedere il tuo farmacista, che ha ricevuto una formazione specifica dei funghi durante i suoi studi o le associazioni micologiche locali.
  • Uscire sempre con una buona guida . Il Dr. Jeanphilippe Rioult Bushrooms specialista dell’Università di Caen ti consiglia: i funghi della Francia e dell’Europa occidentale di Marcel Bon a Flammarion / la guida ai funghi della Francia e in Europa di Régis Courtacisse e Bernard Duhem presso Delaciachaux e Niestelé / The Guillaume Eyssartier Fungo Guida e Pierre Roux a Belin.
  • Indietro casa, consumare funghi sotto 48 ore. Puoi anche asciugarli o congelarli.

Il consiglio di Philip Truth, Mycologist of the Society of the Natural Sciences and Museum of Rouen

Alcune regole per rispettare

È vietato raccogliere funghi in foreste private (anche se non sono chiuse) a meno che non siano autorizzazioni del proprietario.
nelle foreste francesi:
– È vietato raccogliere più di 5 litri di funghi ( Sotto pena di multe che possono passare da 135 euro a 45.000 euro e 3 anni di prigione).
– Non inserire aree di lavori forestali o cacce correnti per la vostra sicurezza (è possibile consultare i calendari di caccia sul sito Web NFB www.onf .fr).
– Nell’Orne, i calvados e il raccolto del canale sono ammessi dalle 8 del mattino al tramonto e proibito il martedì e il giovedì (stesse vacanze) da decreti prefettanti (sotto il dolore delle multe che vanno da 45 a 135 euro) . Non c’è restrizione nell’eure e nella Seine-Maritime.
– La raccolta di funghi selvatici per un obiettivo educativo e / o scientifico è soggetto all’autorizzazione della NFB
– La riscossione dei fini commerciali è vietata senza esprimere l’autorizzazione dell’NFB che designa la specie, i giorni e la raccolta precisa Posizioni

Charter Fungo Collector - Ottobre 2019
La Carta di funghi Mushback nel canale e Calvados Orne Foreste • © Onf – National Forest Office

Le prime 3 specie di funghi normannetiche

Le foreste normanne sono composte principalmente da latifoglie e in particolare querce. Nella regione, ci sono diverse centinaia di specie di funghi, quindi è difficile essere esaustivi. Per coloro che vogliono andare oltre, c’è un sito che Geolocals i reperti di micologi con descrizioni dei funghi e dati GPS.

La stella: The Bordeaux Cece

Questo è il fungo di punta Normandia e probabilmente il più riconoscibile. Il CEP di Bordeaux può misurare tra 4 e 25 cm. Si trova nel legno duro e conifere da settembre a ottobre. È liscio, la sua testa è rossa e il suo piede piuttosto grande, bianco con marrone chiaro.

Bordeaux ceps max PPP
© Watier / maxppp

La crema di pino è anche molto ricercata. Misure tra 4 e 25 cm e il suo cappello è in mogano, facilmente riconoscibile. Il suo odore è bello. Si trova nelle foreste di conifere e di latifoglie, principalmente sotto i pini e le castagne.
i falsi amici
Il bolet amaro che come il suo nome suggerisce è immendibile. A differenza del cep commestibile il suo dell’immenio (la parte inferiore del cappello) è rosata e il suo piede è molto striato. Se assaggi un piccolo pezzo, la sua amarezza è ridisegnata.
Il bolet satana o il boletus satanas è meno tossico di quanto sembra. D’altra parte è indigesto. Misura tra 10 e 30 cm, il suo piede è giallastro, il suo odore sgradevole e la parte inferiore del cappello è scarlatto giallo e rosso. Niente molto appetitoso e così facile da individuare!

The Grail: The Girolles e Chanteralles

Questi sono funghi che devi sapere come trovare sempre più rari. I micologi mantengono gelosamente i loro buoni “angoli” perché sono specie che tornano nello stesso posto da un anno all’altro.
li troviamo nelle foreste di latifoglie, querce e castagne, su terreni inclinati di pendenza drenati, acidi e Piccoli pavimenti calcarei il Girolle è riconoscibile dalla sua forma di imbuto con un diametro da 3 a 10 cm. La sua fragranza esaurisce il mirabelle o l’efflugi di albicocca.

girolles max PPP

© Laurence Mouton / Altopress / Maxppp

i falsi amici
difficili da confondere i chalterelles o I finlandelle con altri funghi. La clitoride arancione, l’arancia più piccola e gialla, può ingannarti. Non è tossico ma ha un piccolo interesse al gusto.
D’altra parte, fai attenzione al Clitorice illusorio pericoloso per la salute. Questo fungo, piuttosto raro, è presente sui ceppi o sui boschi di querce e castagni. La sua carne è giallastra e lascia una tonalità arancione sulle mani quando la maneggia. Attenzione anche al clitorice dell’olivo, meno frequente nelle nostre regioni.

3. Il coulletemelle, il generoso fungo

Terzo fungo popolare dei micologi normanni (e altrove): La Coulemelle. Con il suo largo cappello che può raggiungere fino a 30 cm, questa specie delizierà il più avido. Il castello dell’estate in autunno principalmente nei prati e sui luci. Solo il cappello è buono.

maxppp toulemelle
© sylvestre / maxppp

I falsi amici
La Coulemelle appartengono alla famiglia dei Lepiotes, attenzione per non confonderlo con alcuni di I suoi cugini. I piccoli lepioti per esempio devono essere esclusi perché alcuni sono mortali. I loro cappelli sono meno di 10 cm, non è quindi alcuna couplemelles.
Il lepiota contaminato è quello di evitare anche se rimane commestibile, il suo anello non scorre. Infine, il Lepiote velenoso come nome suggerisce è tossico. Il suo cappello è punteggiato di compiti rossastri disposti nelle stelle. Spesso cresce su spazzatura o compost. Lo stesso per il Lepioote rosa-rosa che è anche mortale.

Alert: un nuovo fungo di funghi in Normandia

ricevuto un fungo molto pericoloso è apparso in Normandia.Questa è l’Amanita Virosa di varievipes. Questo fungo di origine americano è presente in tutte le foreste normanne dal 2012, sotto latifoglie come sotto i conibiti. È invasivo.

Amanita virosa, fungo tossico

© Jean-Philippe Rioult / Università di Caen

Misure tra 6 e 15 cm e il suo aspetto è massiccio, il cappello può raggiungere fino a 20 cm. Amanita Virosa è mortale. In generale, evitare tutte le amanniti che sono la principale causa del consumo di funghi in Francia
per sapere tutto sui sintomi dell’avvelenamento con i funghi normanni e la possibile confusione tra le specie, è possibile consultare questa guida sviluppata dal Dipartimento di Botanica, Mycology e Biotecnologie dell’Università di Caen e dell’Ars Normandia:

Guida avvelenamento funghi in Normandia
© Omedit e ARS

Buone idee per funghi in Normandia
  • in CALVADOS:

– Il 12, 13 e 14 ottobre: Fungo di raccolta in uscita nella foresta Grimbosq organizzata dalla Compagnia orticole centrale di Caen e Calvados. Sala polivalente di Saint Laurent de Condial.

  • nel canale:

– 12 e 13 ottobre: l’associazione micologica della Cotentin organizza la mostra ed escursioni tutto il weekend. Registrazioni in loco, Camera di Chateau de Valanganes.
– Domenica, 13 ottobre: Picking Funghi a Pirou. Parcheggio de la Mairie. 14:30. Registrazioni obbligatorie.
– 26-27 ottobre: Giorni micologici di Mortain

  • nell’Orne:

– Dal 19 ottobre al 21 ottobre: 45 giorni micologici a Ferrièts-Etangs. Viaggi forestali sabato alle 14.30 e domenica alle 9 del mattino. Conferenze, mostre, concorso fotografico. Gratuito.
– 19 ottobre, 23 ottobre, 2 novembre 2 e 08: Uscita Pickings in Bagnoles de l’Oorne per bambini. 14:30 Partenza dall’ufficio del turismo. Da 6 anni.
– 26 ottobre e 2 novembre: uscita raccogliendo a Belle. Registrazioni raccomandate

  • in Seine-Maritime:

– 13 ottobre: scoperta dei funghi della foresta di Brotonne. 9h sul parcheggio prima della chiesa di routine. Emissione di mezza giornata.
– 16 ottobre: laboratorio familiare da 4 anni presso il parco dei preside. Pagamento. 2h dalla 14h.
– XIX e 20 ottobre: Mostra micologica della Società delle Scienze Naturali e Museo di Rouen nella piazza del Museo di Storia Naturale.
– 26 ottobre: Picking con un micologo in Arquesla-Battle . 9:30. Parcheggio dell’area per il tempo libero.
– 27 ottobre: raccolta con specialisti a Darnetal. 14:30.
– 9 dicembre: determinazione dei funghi portati. 9h House St Nicaise, 18 rue Chick a Rouen.

  • nell’eure:

– 13 ottobre: Discovery mycologico con un vecchio farmacista. 10h nell’arboreto del Centro riproduzione del Canapeville. Prenotazioni obbligatorie.
– 14 ottobre: uscita dei funghi con un micologo, 10h nel campo boscoso del campo di battaglia a Neubourg.
– 26 ottobre: camminata accompagnata con la Seca (Società ecologica di Andelys) alla ricerca di funghi Al Castello di Bonnemare a Radeplet. 14h18h.
– 10 novembre: uscita scoperta di funghi della foresta di Montfort (mezza giornata). 8:30 quadrato maurois. 9:15 sul parcheggio della chiesa di routine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *