I ricercatori identificano il nuovo meccanismo con cui la proteina CREB3L3 protegge contro il aterosclerosi

Recensito da Emily Henderson, B.Sc.Dec 21 2020

Avvertenza: questa pagina è una traduzione automatica da questa pagina originariamente in inglese. Si prega di notare poiché le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfette. Questo sito Web e le sue pagine web sono destinati a leggere in inglese. Qualsiasi traduzione di questo sito e le sue pagine Web può essere imprecisa e imprecisa, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita in una pratica.

I ricercatori dell’Università di Tsukuba identificano un nuovo meccanismo con cui la proteina CREB3L3 protegge contro l’aterosclerosi

Tsukuba, Giappone – L’aterosclerosi è il risultato Di vestizione lipidica nelle pareti interne dei vasi sanguigni ed è una causa importante di cardiopatia e rappe. Dans une étude neuve, les chercheurs de l’université de Tsukuba ont découvert un rôle nouveau pour la protéine élément-grippante sensible 3 de camp comme 3 (CREB3L3) dans le développement de l’athérosclérose et ont recensé un mécanisme par lequel il montre des actions protectrices contre l’athérosclérose.

L’athérosclérose est le résultat nuisible des niveaux de lipides élevés à long terme de sang menant à un épaississement des parois internes des vaisseaux sanguins par la formation d’une soi-disant piastra. Di conseguenza, il flusso sanguigno al cervello e il cuore può diminuire nel tempo, e una volta la piastra di rottura, le piastrine nel gruppo del flusso sanguigno e fouques il vaso sanguigno mentre cercano di riparare il danno…

Mentre un certo numero di proteine e meccanismi è noto per svolgere un ruolo nello sviluppo dell’aterosclerosi, la ricerca è aggiornata per comprendere appieno questo processo complesso.

creb3L3 è un fattore di trascrizione, che è una proteina che il DNA convulsioni e regola l’espressione del gene nel fegato e dell’intestino tenue e svolge un ruolo importante nel trigliceride e nel metabolismo del glucosio epatico.

Anche se abbiamo noto per una lunga aterosclerosi ora, resta molto per informarsi sulla base molecolare per lei. L’obiettivo del nostro studio era capire i giochi di ruolo CREB3L3 nello sviluppo dell’aterosclerosi e se si presta a un obiettivo terapeutico contro l’aterosclerosi. “

hitoshi shimano, autore di studio e insegnante, Università di Tsukuba

Per raggiungere il loro obiettivo, i ricercatori esaminati nel modo in cui il L’assenza o sopra l’espressione di CREB3L3 influenzerebbe lo sviluppo dell’aterosclerosi.

Per verificare l’assenza di CREB3L3, i ricercatori hanno prodotto topi knockout che erano proteine carenti nel fegato o intestino, o entrambi. Per controllare la sovraespressione, i ricercatori prodotto un topo transgenico che ha sovrascritto CREB3L3 nel fegato. Poiché l’aterosclerosi non si verifica naturalmente nei topi, i ricercatori sono stati utilizzati una linea del mouse, in cui il recettore del colesterolo LDL (LDLR), comunemente noto come colesterolo “cattivo”, è assente.

Dal momento che il colesterolo LDL che si diffonde nella costruzione non può essere preso da celle, si accumula nelle pareti del vaso sang dentro e conduce alla formazione di aterosclerosi. Attraversando i topi Creb3L3 con il mouse del LDLR e li nutre con un regime occidentale, i ricercatori hanno avuto un sistema per studiare il ruolo di CREB3L3 nello sviluppo dell’aterosclerosi.

Interessanti, ricercatori. Ho trovato che il L’assenza di creb3L3 nel fegato o nell’intestino ha portato a un’esacerbazione di livelli lipidici del sangue e da una formazione ad alta aterosclerosi, e più nei topi, in cui CREB3L3 è stato rifornito nei due organi.

Converse, sovraespressione della proteina in Il fegato ha cancellato i livelli di colesterolo del sangue e la formazione di aterosclerosi.

osservando più da vicino il meccanismo molecolare con cui Creb3L3 aiuta a proteggere le azioni protettive contro l’aterosclerosi, i ricercatori hanno recitato che ha agito dall’altro con la proteina elemento aromatizzata di sterolo Il regolamento (srebp) per racchiuderlo in un reticolo endoplasmatico chiamato da Scomparto cellulare e per evitare di indurre l’espressione di geni importanti per la formazione di aterosclerosi.

“Questi sono risultati sorprendenti che forniscono un meccanismo con cui CREB3L3 mostra effetti anti-aterosclerotici, rendendo un nuovo obiettivo interessante e potenziale contro l’aterosclerosi”, insegnanti Shimano e Nakagawa, il primo autore, dicono. p Igienico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *