I tumori testicolari aumentano, un problema di salute pubblica

L’aumento dei tumori del testicolo per gli ultimi cinquanta anni, con differenze regionali ancora inspiegabili, pone un problema di salute pubblica.

Questo è ciò che i medici evidenziano nell’ultimo bollettino epidemiologico settimanale (Beh).

Questa scoperta “chiaramente stabilita” di un forte aumento dei tumori del testicolo nei paesi più sviluppati è parte di a Più contesto generale di alterazione delle funzioni riproduttive maschili come il calo della fertilità dovuta alla qualità dello sperma e all’aumento di alcune malformazioni genitali maschili, rientrano in specialisti nella questione beh dedicata a “Problemi ambientali per la fertilità umana”, e pubblicato martedì .

Il cancro testicolare è una malattia relativamente rara, che rappresenta dal 1 ° al 2% dei tumori nell’uomo, ma è il primo cancro del giovane, tra 20 e 35 anni.

In Francia, ci sono “più di 1.500 nuovi casi di cancro al testicolo un anno, con importanti conseguenze per questi uomini per quanto riguarda la loro successiva fertilità”, nota Marie Walschaerts (Chu Tolosa) e il suo collega s.

In Belgio, circa 130 casi vengono diagnosticati ogni anno.

Perché?

L’ipotesi di un disturbo dello sviluppo di questi organi Durante la vita fetale non spiegherebbe pienamente l’aumento delle patologie del dispositivo riproduttivo e il calo della qualità della produzione di sperma, cadono dopo l’analisi degli studi.

“Il monitoraggio della salute riproduttiva dell’uomo eliminerebbe il principale provoca l’impatto sul sistema genitale maschile e identificando i reali fattori di rischio ambientali e genetici “, evidenziano per sostenere la ricerca in questo dominio.

un altro studio che include 21.179 operazioni di cancro alla testicolo nel periodo 1998-2008 in La Francia mostra un aumento annuale del 2,5% del tasso del paziente operato per questo cancro.

Yao Kudjawu ei suoi confratelli dell’Istituto di orologio sanitario (INV) sono una “disparità regionale” (2004-200 8). I tassi di pazienti azionati più alti erano in Alsazia, Lorena, Bretagna e la Loira e le tariffe più basse in Linguadoca-Roussillon e Ile-de-France. Le ragioni di queste varianti regionali non sono chiarite, nota.

Le differenze regionali sono anche osservate per le malformazioni genitali maschili (ipospadias, criptorchidie) in aumento e per cui è stato suggerito un collegamento con interruttori endocrino.

Allo stesso modo, una diminuzione della qualità dello sperma nei candidati per la donazione dello sperma è stata evidenziata, con il tempo, a Parigi ma non a Tolosa, segnalare Louis Bujan e Jacques Auger Cecos (Banks degli spermatozoi), ricordando che il dibattito sul declino Nella qualità dello sperma è “lontano da chiuso”.

Le differenze regionali consentono di sospettare un ruolo ambientale catturato nel suo senso più ampio (esposizione prenatale, esposizione prenatale, post-natale, stili di vita, abitudini …) sul funzione di riproduzione maschile e un’esposizione simultanea “probabile” a molti fattori di rischio.

AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *