India. (Italiano)

La Repubblica India dell’India è un vasto paese incluso nella penisola triangolare che estende il mare dell’Oman e il Golfo di Bengale. Cina del Nord (in un’area indicata da Pakistan ) e da parte dell’Himalaya suoni che tibet separato e in cui il Nepal e il BHUTAN , est dalla Birmania E il Golfo del Bengala, con il Bangladeshqui è anche come un’enclave, Sud da Cap Comorin sull’Oceanindiano, a nord-ovest dal Pakistan. L’area totale è di 3,3 milioni di km², e la popolazione (il secondo nel Montide dopo la Cina) ha raggiunto un miliardo e 166 milioni di abitanti (2009). È una riparazione di refedali, divise in 28 stati e 7 territori. Capitale: Nuova Delhi. Altre grandi città: Calcutta (Kolkata) , Bombay (Mumbai) , delhi , Madras (Chennai) , bangalore (bengaluru) , poona, hyderabad, kanpur , Lucknow , ahmadabad, patna , agra , bénarès ( Varanasi) , allohabad , ecc.

DivisioneAdministratives of India

stati

andhrapradesh

AruachalPradesh
Assam
Bihar
Chhattisgarh
Goa
Gujarat
Haryana
Himachardesh
Jammuet Cachamir
Jharkhand

Karnataka
Kerala
Madhyapradesh
Maharashtra
Manipur
Meg Halaya
Mizoram
Nagaland
Orissa
Punjab
Rajasthan
Sikkim
Tamilnadu Tripura
UttarPradesh
Uttarakhand
Bengaleoccidental

Territori

anamanet Isole Nicobar
Chandigarh
DADRAET Nagar Haveli
Damanet Diu
Delhi
Lakshadweep
Puducherry

– Le costolette.
Lo sviluppo di coste dell’India sull’Oceaniandiano è di 7000 chilometri che sono quasi divisi tra il Golfo del Bengala e il Mare dell’Oman. Côted’orissa, che succede alla costa del Bengala ad Allantde L’Est a sud-ovest, presenta una sequenza di spiagge prolungate, mentre la costa del Coromandel, che scende quasi online nel nord a sud è formata da scogliere bianche. Tutte le lunghe Costa Decette, il mare è soggetto a surf non violenti, specialmente durante il monsone di Dunord-East, e non ci sono quasi tassi aperti solo e poche esportazioni su tutto questo litorale (Madras, Pondicherry); A sud del Poindcalimer inizia lo Stretto del campanatore, debassi ingombrari e panchine di corallo e che separa l’India dall’isola di Sri Lanka. Il Palk Detroof, escluso da una catena di isolets che ha ricevuto il nome di Pont-d’Adam, comunica da uno stretto passaggio con Legolfe da Manaar. A sud, la penisola finisce con il Capo Comorin, oltre il quale inizia il mare dell’Arabia o dell’Oman, che bagna LeScôts de Malabar e Konkan, con coste elevate e pagate, e che forma il Golfs de Cambay e Katch, tra cui il Penisola di Kaltiavar (Goudjerat

). A differenza della costa orientale, la costa occidentale di Linde ha posseduto un gran numero di porti: Diu, Surat, sul Golfo di Cambay; Bombay, con un superbo porto; Mangalore, sul ruolo di Malabar, ecc. Vis-à-Visde Calicut, fuori dalla costa di Malabar, ci sono le isole lasesive.

Mappa India. Fonte: Theworld FactBook.
(cliquersur L’immagine per visualizzare una mappa più dettagliata).

Orografia etografia dell’India.
Il sistema India è Costituito dall’Himalaya, che funge da limiti a nord, e da tre catene indipendenti che si sovrappongono alla regione centrale o al plateauggano: le montagne Vindhya, Ghats orientali e Ghatusfiand. Il massiccio dell’Himalayan presenta dall’India un fronte convesso di oltre 2500 chilometri di sviluppo e pupilla tra questa penisola e il resto della barriera parallela doppia chiede di che alcuni vertici superano l’altitudine di 8000 metri; Il Monte Kanchenjunga è il culmine dell’India (8598 m). Le vette più alte, tuttavia, sono in Nepal.

A est, il Montspatkai o Naga discendono dal massiccio dell’Himalayan, separare il paese birmano che ha saputo e proietta una prima ramificazione dal Brahmapooutreet un secondo a Capo Negras. Ai piedi dell’Himalaya, sviluppa un’immensa pianura, che si estende per l’estût fino al Golfo di Bengala, e ad ovest a Gudjerat (il partoCardidente di questa pianura è in Pakistan e accoglie la classe Indus). La linea di cresta di questa pianura non supera i 350 metri; È segnato da nessuna decorazione del suolo sensibile; Ma non condivide il paese in due regioni distinte: quella dell’est, ricca e fruttuosa, innaffiata dai Gange; Quello dell’ovest, mezzo invaso dalle sabbie. Completamente formato dal terreno cenozoico, generalmente piatto e monotono, questo immenso territorio presenta sempre alluvilfertili, spesso giungle, tipi di ceppi o boschetti, raramente foreste e talvolta paludi; lungo il confine pakistano, è uno spazio piatto, sabbioso, salato, coperto Con arbusti spinosi, che porta il nome Désertdu Thar e si estende al mare di cui è separato dalla laguna del Katch Rann. Le montagne della Vindhya, partendo dal Gulf Decambay e proseguendo con la Bander e Kaimour Mountains, fino a quando i Ganges, attraversano la penisola occidentale per unirsi a Ghats orientali; Questi discendenti in una linea parallelamente alla costa al Cabomorina, partendo tra loro e lament una grande zona pianura da 80 a 100 chilometri, mentre i Ghâscidends discendono lungo la riva del mare dell’Arabia nelle nextères vicino allo stesso corso . Lo spazio triangolare Spacecomprois tra questi tre canali è il vassoio decan.

La parte settentrionale dell’India ha rocce principali di allenamento in cui Gneiss Domince, mescolato con granito, ardesia, scisto e calcarea Lapierre. I gneiss compongono, in Grandpartie, il telaio delle montagne della Vindhya, mentre i roachgrana costituiscono la base dei ghati occidentali; I luoghi Ghätorient sono interamente composti da synite; nei bassi solidi che confinano le pianure del Gange il cui terreno è formato da terre alluvionali, la selce è sufficiente.
Molti corsi, dipendenti dal Golfo del Bengala e dal Mare dell’Oman, acqua dal paese; I principali sono: il Brahmapoutre, che viene preso da Tibet e condivide in diverse braccia che appaiono, sul territorio del Bangladesh, a quelli dei Gange prima di raggiungere il Golfo del Bengala; Il Gange, formato da Baghirati e Alakananda che prendono la sua fonte nell’Himalaya; Prima di riversare le sue acque in mare da molti rami del suo vasto delta, questo grande fiume che gli indù sembrano sacri e il cui bacino abbraccia l’area di oltre un milione di quadrato chilometri, riceve affluenti magnifici: Ghâghara, Gandak, ecc. Ed Lo Yamuna, il Sone; The Hooghly (Hubble), uno dei bracci Gange, passa a Chandernagoret a Calcutta ; – il Mahanadi, che Waters the Orissa e getta nel Golfo di Bengale diverse bocche; – La Godey, che ha la sua fonte nei GAI occidentali e cade nel mare a sud di Yanaon; – Lakristna, le cui fonti sono anche nel Ghatsset occidentale che fluisce nel Golfo di diverse bocche nel Sud Demazulipatam; – La cavery, che scende dallo stesso inconteno attraversa il Maïssour meridionale. È l’ultimo sapore che l’India invia il Golfo orientale. Da Cape Comorin al Gulfede Cambay, l’India non paga al mare dell’Oman rispetto a alcuni piccoli fiumi; Tuanty e Nerbada, il cui corso è quasi parallelo, conduce al Golfo di Cambay. Possiamo comunque menzionare il Mahiet La Sabarmati, che innaffia il Goudjerat .

India non, per parlare, dei laghi, ad eccezione del lamsrinagar e dell’oular , nel cashmere , ma gli stagni, molti dei quali sono considerevoli, i non essenziali.

ResortherMinerLinals.
Mineral Riches India consiste principalmente di carbone, fretta Sale e ancora le miniere di ferro non sfruttate su larga scala. Il carbone si trova in un Regionboorne a nord dal Gange, che si estende lungo il Godaveryau meridionale, e da est a ovest, intorno a Calcutta fino a “Audioso di Nerbada; Ci sono anche depositi di Charbonan Assam. Le miniere di ferro sono sparse in tutta l’India: alcuni dei più bei depositi in ferro magnetico sono situati nella regione di Madras. C’è oro negli alluvii di diversivières di Punjab e DecCan, denaro nel Karnatic ; piombo, zinco, stagno, rame, antimonio, nelle montagne dell’Himalaya, Cobalt in Radjpoutana, Rock in Radjpoutana, Rock cristallo nella valle del Nerbada.Diamond Mines a cui Golconde ha dato il nome e che, tuttavia, si trovano lontano da questa città, offrono poche pietre extra. Ci incontriamo ancora in abbondanza granato nel MEWAR (Radjpoutana); Ametista in Aravalis, grandi aziende agricole onyx, agati e cornaline esistono nel Goudjerat

Il clima dell’India.> L’India offre ad ampia varietà di climi: Tropicalidale in basse valli del fiume. Nelle regioniMontagriere, l’aria è fredda e asciutta; Su Leplateau Dudecan, ci godiamo un delizioso clima. L’anno divide l’India in due stagioni: la stagione umida e la stagione secca corrispondente ai monsoni sud-occidentali e nord-orientale il monsone sud-ovest e le precipitazioni a metà aprile e fine a settembre; La musea nord-orientale e la siccità dura da ottobre ad aprile. Fight Laundry è anche caldo caldo. Carte Malabar è la regione in cui le piogge sono le più abbondanti, mentre il deserto del Thar e il paese del Coromandel sono le terre più calde. Una Pondicherry, abbiamo osservato + 44.7 ° C. Durante la stagione fredda (da ottobre ad aprile), le notti e le mattine sono fresche (solo + 5 ° C e + 6 ° C) e accompagnate da Rosésabond. A dicembre, dai venti freschi secchi del nord e del nord-ovest, le notti diventano fredde e le temperature quasi fino a 0 ° C.
Vegetazione.
Productionsvegetals of India sono numerosi e importanti e LesforetCour più di un terzo della zona totale; Tra le preziose specie, il teak, senza rivale per le costruzioni marittime, occupa il Firstrang; Si tratta principalmente delle pendici dei ghati occidentali; l’Himalaya ha il Deodar, il pino, il cedro e la castagna; I paletudiers cresce sulla costola; Alberi di cocco, Malabar; Alla fine il sandalo, il cabinet, i bambù, l’albero aereo, il castagno e le conifere forniscono l’industria del legno desiderata, le gengive, le resine, ecc.

Ci si chiameremo, i prodotti ritagliati: riso, grano, di cui Il dominio è la regione settentrionale, ai piedi dell’Himalayaet alcune parti dell’altopiano decan; orzo, miglio, sorgo, varie specie di grano saraceno, freccia-radicet sagou, yam e patate, congo pisello; Tra i frutti: lesbanani, le date, i cocos (Malabar), l’ananas, i mango (quelli di goa e il moultan sono ribattezzati), melograno, arancia, limone, cedrato, pompelmo, fichi, fichi, mandorle, pesca, mele , Pere, uva (sud, in particolare Maïssour), Laprune de Malabar e bacche di pilou, arbusti molto comuni circondano i fiumi dei fiumi Pendjab; canna da zucchero e palma da zucchero, nelle pianure del Gingeseur; caffè, malabar e maïssour; tè, ai piedi dell’Himalayan; Lin e detenuta; Il juta, la seta, anche nel Bengala occidentale; cotone, a cui la guerra della Secessione americana aveva dato grande importanza e che si coltiva nella regione di Mumbai , Bengala occidentale, Punjab e nella regione di Madras; Lebac, praticamente ovunque; Indigo, nel bihar; GARANCIA, nella Yamuna Valley e nell’India meridionale; Guardiame; Zafferano, dipendente in cashmere per colorare il giallo; Le rose che servono nella produzione dell’oscurità delle rose, nel cashmere, le regioni di Vanarasi Ajmet ; sesamo, senape, castore e colza, il pepe (malabar), betel , cardamomo, zenzero, cannella (malabar); Lequinquina, importata dall’America 1860; Ipecacuana, introdotto nel 1870; Coclenail, importato Tenerif nel Maïssour.

La fauna.
Elefantù non è più visto nelle foreste di Kurgh (Chennai), Maïssour e Travalanco, sui piatti dell’Orissa e nelle montagne che Separare l’Assam dalla Birmania. Due specie di rinoceronte unicorne possono essere trovate nella Valle del Brahmapoutre; Il leone è completamente scomparso a nord; Ciò che resta della specie si è rifugiata nella penisola di Kattiavar (Goudjerat ); la tigre, si incontra in varie parti di montagna della penisola. o lunghe labbra iscommun; L’orso tibetano occupa le basse foreste dell’Himalaya, e il luogo malese sopportano le montagne orientali; Il lupo indiano è presente nel nord; La volpe è piuttosto rara, mentre il jackal è frequente; i pacchetti di caccia ai cani selvatici nelle foreste e donketing vagando in truppe nei deserti che circondano il Katch Ranin; Le scimmie sono numerose, i popuranti di ratti e la rossa copre gli alberi dei suoi innumerevoli.

pecore selvatiche e kippers, una specie di camoscio e una varietà di Ibex vive nell’Himalaya; Le Antilope, il manzo blu o Nilgaut, il Sambar Deer, la barriera ded sono diffusi nelle diverse parti e territori dell’Unione indiana. È necessario aggiungere di nuovo: la gobba di manzo Zebuou; Il bufalo selvaggio e grande, che i Lescorni hanno una dimensione prodigiosa. Tra gli uccelli, distinguiamo: le aquile, i falchi, gli avvoltoi, i numerosi tribodi, i corvi, i gufi, i pavoni, l’Ibis e gli aironi, il gallo della giungla, il fagiano, le anatre, le oche, il Oche, sarcelles, diverse sovrimerate. Tra i rettili, ci acconseremo a menzionare il Naja e il Russell Serpentde, che distillano un veleno vorticoso; Il coccodrillo, alligatoret Il gavial infesta alcuni fiumi. Ci sono molti insetti: cavallette, formiche, ragni, scorpioni, emendamenti. Il pesce abbondava ovunque; Le specie più comuni sono salmoni, sardine, anguilla, carpa, tonno, mangro, delfino dei Gange, grandi cetacei che misurano da 2 a 4 metri di lunghezza; Gli squali infestano il mare che bagna lemalabar, e stiamo pescando perle raffinate nel Golfo di Cambay Etsur la costa di Travancore.

Animali domestici dell’India sono: The Elephant, The Buffalo, The Beef, Beef, The Cammello , il cavallo, l’asino, le pecore e la capra. I cavalli nativi generalmente piccoli e chutistici apparenza; le razze di Métis provengono dall’incrocio delle razze indiane con il cavallo arabo e il cavallo persiano. (DMC).

Schede India.

Geografia dell'India.'Inde.
Topografia
Divisioni amministrative dell'India.'Inde.
DivisionsAdministratives
Popolazione dell'India.'Inde.
densità della popolazione
Etnografia dell'India .'Inde.
etnografia
india: risorse Lixt
energia
Uso dei terreni dell'India.'Inde.
utilizza

clicarsur le miniature sopra per visualizzare le carte.

S.Prasanarajan, India, Place des Victoires, 2010.
2809901694
La storia, i colori, audacia, impertinenza e individualismo, troviamo tutto in India. Terreno feudale e autocratico, ma anche socialista democratico; materialista e pragmatico, ma anche sorprendentemente. Scelto dai 70 milioni di scatti di Getty Images che raccontano 150 anni nella storia dell’India, e accompagnati da testi di S Prasanarajan, editore inindiatoday, ecco gli attori e gli eventi di questo secolo e mezzo, la maggior parte umile sequestrata nel loro glorioso e il grandioso panorama ogni giorno rispetto alla forma subcontinente indiana. L’India è una cronaca visiva che riunisce più di 450 fotografie, dal momento che il Raj e la rivolta del Citayes all’Ospar. (copertura).

Albertlondres, Angue, Arlea, 2010.
2869599196
EN1922, Albert London è a Calcutta e si sta preparando a scoprire un “Impero Britannico “Duecentodiciassette milioni di indù, settantasette milioni di musulmani, undici milioni buddisti, quattro milioni di cristiani e tre milioni di desikh. Spontaneamente ostile all’inglese, è altre richieste nazionaliste più sensibili che si esprimono, in modo diverso, attraverso tre personalità fuori dall’ordinario: Nehru, Gandhiet Tagore. (copertura).

Mirakamdar, Planetindia (The Turbleent Ascent of A Democratic Giant), Atti del Sud, 2008.
9782742772377

QUEREPRESENTAZIONE, per il futuro del mondo, l’emergere di Indeen come concorrenza, come un mercato e come potere? In caso di fallimento della trasformazione dell’India, ha previsto Mirakamdar, le ripercussioni sono probabilmente planetarie; Ma se l’India riesce dalla scommessa del suo cambiamento, emancipa la povertà di milioni di individui e diventerà quindi la previnizzazione che l’esercizio di una democrazia multietnica e multi-religioso non è la riserva dei soli paesi sviluppati.

di una bruciante distibilità, un originale, provocatorio e rigorosamente provato. (copertina).

alexandrekalda, promenadeen india, grassetto fasquelle , 2007.

Comprendere l’India, devi aver vissuto più di vent’anni Commeme Fit Alexandre Kalda il cui nome, all’Ashram of Sri Aurobindo, era Archaka (a Sanskrit, che richiama la luce) .promenade in India è il risultato dell’esperienza eccezionale dell’autore che ha studiato civilizzazione, cultura e vita quotidiana di un paese della Soild a ovest.

Forcessa, ricerca etnologica e test metafisico, questo vivente, documentato e Il testo accattivante consente un autentico approccio originale e autentico all’India. Attento e appassionato, lo sguardo di Alexandrekalda ha discernato, dietro i volti, i paesaggi e i telati, l’anima dell’India. (copertura).

t. e galdizzone, le tribù dimenticate, la quercia, 2008.

Andrelewin, Catherine Clément, indiani indiani, Liana Levi, 2006.

India è il paese su cui gli occidentali si chiedono. Ieri ha immerso la miseria, oggi isseriti come nazioni economicamente efficienti. Ieri piegati sulle sue colture, orgoglioso oggi dal suo informatico avanzato. Ieri popolato con centinaia di milioni di poveri, contando oggi le persone più ricche del mondo. Come comprendere queste mutazioni rapide e profonde in un cepay immenso e diversi? Più di un miliardo di abitanti dall’anno 2000.Una moltitudine di stati e gruppi, per non parlare degli aborigeni. Una storia di tremila anni fatta di invasioni e imperi, segnato dalla lunga lotta per l’indipendenza e la precedenza di Mahatma Gandhi. Una cultura monumentale dove grandi templi indù e gli edifici più belli dell’arte Mogholmusulman, per non parlare del famoso Taj Mahal. Ventidue lingue ufficiali, oltre all’inglese, alla loro lingua comune e 1652 altri. Spezie contemporaneamente, musica sublime, danze sofisticate, pratiche del corpo oggi ricercate. Di fronte a tale diversità, si può legittimamente chiedersi questa è l’India. A questa domanda, i nostri due autori hanno risposto a Brio. (copertura).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *