Makers : des utilisateurs aux pratiques de créateurs industriels

Qu’est-ce qu’un Maker, un Makerspace, une Fablab, et autres ” Tiers- luoghi ” ? Questi stanno sviluppando workshop creativi che riuniscono le comunità degli utenti in Francia e in tutto il mondo. Con il risveglio delle coscienze ecologiche, la convergenza di tecnologie e condivisione dei dati, know-how si fondono e mostrano nuovi profili utente. Se alcuni dati rimangono ancora difficili da quantificare, si può facilmente rendersi conto dei workshop di tutte le nature emergenti.

segue una mania sulla parte di una popolazione eterogenea che cerca “Fai da te” (fai da te) in workshop collaborativi. Ci sono personalità inventive che sono chiamate produttori, provenienti da diversi orizzonti. Questi possono essere persone semplici come professionisti riconosciuti nel loro campo di attività.

1 _ Una popolazione sempre più ricettiva nell’atto di creazione

Anno dopo anno, il pubblico sta diventando sempre più coinvolto nel processo di produzione di oggetti di consumo. Considerazioni ecologiche causano cambiamenti mentali. Gli standard di vita si evolvono e coinvolgono la misurazione dei suoi acquisti. Questi sono esempi che crescono molte persone per fabbricare e intervenire su un insieme di elementi giornalieri. Lo osserviamo ogni giorno con il crescente coinvolgimento degli individui nel settore alimentare. Per quanto riguarda l’industria della moda, deve affrontare siti di vendita usati come i vitti. Infine, l’obsolescenza programmata spinge i consumatori a ripensare ai loro modelli di consumo.

Se si considera anche questi primi articoli, puoi facilmente capire come e perché alcuni utenti vogliono padroneggiare il oggetti che usano quotidianamente. È in queste condizioni che sono stati sviluppati diversi tipi di produttori:

_ I produttori dilettanti: studenti, individui, bambini, casalinghe, pensionati, ecc.

Percepiscono l’atto della creazione come un tempo libero che può portare a un’abilità. Il loro obiettivo è imparare come usare nuovi strumenti per capire meglio le nuove tecnologie. Possono usare stampanti 3D come taglierine laser per creare oggetti decorativi.

_ I produttori semi-professionali: studenti, artisti, professionisti che vengono riqualificati

I produttori semi-professionali sono personalità che cercano di testare le soluzioni per arricchire il loro processo di progettazione. Sono in un test e nella fase di ricerca prima di entrare nella categoria di professionisti.

_ produttori professionisti: insegnanti, ricercatori, designer, ingegneri, ecc.

Per loro, il principio della mutualizzazione dei dati è essenziale. Li salva il tempo nei settori competitivi. Saranno spesso integrati in progetti su larga scala per avanzare su temi specifici e incorniciati.

2 _ Lo sviluppo di Fabbbs e altre strutture creative

Makerspace Esempio di spazio in terzi “qui montreuil”

de la fablab in terzi posti, Possiamo trovare un intero set di vocabolario che definisce i luoghi in cui si trovano i produttori. Per creare o intervenire su oggetti, è necessario spazi dedicati. I diversi luoghi di azione possono aver luogo anche all’interno di una biblioteca dei media e una scuola. Non ci sono regole corrette. L’importante è ottenere un quadro che consente l’attraversamento della conoscenza e la possibilità di utilizzare macchine utensili. Possiamo quindi osservare diversi tipi di spazi:

_ il terzo posto

il termine “terza parte” comprende un insieme di spazi Ancora oggi non sono chiaramente definiti su molti punti. Ciononostante, hanno in comune per consolidare gli utenti di tutti i profili professionali e gli sfondi sociali. Ci sono workshop creativi con un set di materiali, tutti incorniciati da professionisti. Questi sono spazi riuniti in cui la cosa importante è soprattutto per consentire gli scambi tra gli utenti, attorno alle attività divertenti e accessibili. Il concetto di intrattenimento è presente anche dal punto di vista delle attività culturali complementari. I terzi devono essere presi come espressione generica e non come spazi specificamente devoluti ai produttori.

_ I FABLABS

I FABLABS (Laboratorio di produzione) sono quindi una forma di terzi. Obbidano a una charter e devono operare secondo un ambiente molto preciso. Il Fablab ha originato da MIT (Massachusetts Institute of Technology), è quindi naturale che obbedisca le condizioni che lo avvicinano all’ambiente professionale. Tuttavia, rimane aperto al pubblico in generale e consente di circolare la conoscenza su scala internazionale. Stiamo parlando di beni comuni informativi. Per comprendere appieno il suo funzionamento, è necessario capire che un fablab obbedisce 4 criteri: il primo riguarda la sua accessibilità, vale a dire le sue condizioni di apertura al pubblico.

_ Il secondo tiene conto del suo impegno in La Carta che è stata stabilita e modellata al MIT.

_ La terza si riferisce agli strumenti disponibili, nonché i processi messi in atto per usarli.

_ Infine, il quarto e l’ultimo punto è dedicato al contributo alla rete globale di Fabalbs. Cioè, la creazione della creazione di progetti collaborativi o meno all’interno del fablab.

_ the makerspaces

Questi sono i posti terzi che arrivano Più vicino ai workshop di modelli professionali. C’è un intero set di strumenti che ti offrono l’opportunità di ottenere prototipi di qualità professionale. Questo è il principio di base degli strumenti equipaggiati che consente a una comunità di trovare il suo interesse a condividere uno spazio. Ci sono altre sottigliezze che definiscono uno spazio di makerspace, rendendolo diverso da un fablab.

Non c’è carta ufficiale, ad esempio, della Carta ufficiale. Stabilimento da parte di un’università concernente The Makerspace. Inoltre, la configurazione molto orientata per la presenza di macchine professionali consente di raccogliere spazi di makerspace come workshop relativi alle politiche di sviluppo sostenibile. Che ci porta a un altro tipo di spazio come il caffè di riparazione.

_ I laboratori di riparazione (riparazione caffè)

I caffè riparano devono essere raccolti dal cittadino angolo. Mirano a riunire individui a livello locale e mira a sensibilizzare i dispositivi “sanguinosi”. In altre parole, è una forma di iniziativa cittadino che mira a parallelo alla coesione sociale e allo spirito di uno spazio di makerspace.

in questo tipo di workshop, lo faremo Non insegnarti come utilizzare una macchina di controllo digitale. Ti aiuteremo riparando i tuoi oggetti quotidiani, in un’atmosfera amichevole e rilassata. Questa è la forma più educativa ed efficace per combattere l’obsolescenza programmata.

3 _ riparazione, imparare, modificare e inventare nuovi prodotti

lì è così tanto da dire sull’argomento che è importante sintetizzare e concentrarsi sulle azioni effettive dei produttori. Come hai visto, ci sono luoghi diversi che offrono attività complementari per intervenire sui prodotti dei consumatori. Ciò che è importante capire è un produttore diventa potenza:

_ riparare un prodotto danneggiato, alla fine della vita o fallimento.

_ Impara la logica che opera uno o più prodotti da guadagnare Autonomia.

_ Essere in grado di modificare un prodotto per migliorare il suo uso.

_ Utilizzare tutto ciò che ha imparato a creare nuovi oggetti.

Se prestare attenzione a queste parole, scoprirai che un produttore è più di un utente di un laboratorio per il tempo libero. A seconda del tuo coinvolgimento nel tuo apprendimento, puoi persino trovarti nella situazione di un designer nella progettazione di un progetto. Ed è per questo che devi guardare questo fenomeno e tutto ciò che segue. Perché ci offre l’opportunità di notare come, il semplice status di consumatore, gli individui possono diventare creatori inventivi e attivi nelle comunità locali o / e internazionali.

per comprendere l’impatto Di questo fenomeno, in alcuni paesi è più facile ottenere una stampante 3D e i suoi consumabili una parte difettosa. Non saremo sorpresi di vedere terzi spingendo in villaggi isolati.

4 _ Gli strumenti e il coinvolgimento del produttore nel settore

Stampante Maker 3D Una stampante 3D nella sua forma più classica

quindi potenza intervenuta su prodotti, è necessario specifici materiali e conoscenze . Tuttavia, in alcuni casi entrambi possono essere difficili da accedere. Forum e piattaforme video hanno facilitato la circolazione delle informazioni.Anche i costi manifatturieri delle stampanti 3D sono diminuiti. La stampa 3D è quindi diffusa all’interno di questi spazi. Come sapete, i marchi garantiscono l’esistenza di alcuni pezzi per un po ‘. Passato questo periodo, diventa difficile prenderli.

Stampa 3D del produttore Una stampante 3D fatta da rifiuti elettronici Un fablab in Togo di A partire da Gnikou.

È quindi che tutto il talento di un produttore possa fare la differenza. Può eseguire la scansione di una stanza 3D o rimodellarlo per stampare in seguito. Su piccoli materiali, l’operazione non è così complicata in sé. Su progetti più ambiziosi, avrai bisogno di strumenti più complessi, come le fresatrici digitali. Negli Stati Uniti, i professionisti dell’industria automobilistica usano spesso questo tipo di processo. Non esitano a usarlo per progettare cerchi di alluminio personalizzati o elementi dashboard, ad esempio.

Detto questo, un utente di grandi dimensioni utilizza la stampa 3D e la progettazione correlata alla programmazione strumenti entro terze parti. E questo nel caso di progetti molto meno ambiziosi di un restauro dell’auto. Ad esempio, nei workshop accessibili al pubblico in generale, ti verrà insegnato a creare piccoli computer utilizzando un kit chiamato Raspberry Pi.

Raspberry Pi

Maker: Utenti con pratiche industriali Designer | BeCreativo Questo è ciò che il computer sembra oltre ai suoi accessori e attrezzature.

Come lo capisci, la logica del produttore è limitata alla riparazione di oggetti della vita quotidiana. Ad esempio, individui realizzano “Media Center” per il loro home cinema in workshop di famiglia … insegniamo anche nelle scuole la più giovane programmazione utilizzando questo kit. Questo computer Nano consente di immaginare un intero set di applicazioni quando è accoppiato con schermi tattili, ad esempio.

PI Top Maker workshop Esempio con design del laptop con il lampone pi in un kit battezzato PI-TOP

IFIXIT: Più di 57 tutorial OOO su oltre 21.000 dispositivi

Strumenti del produttore IFIXIT Le batterie del computer sono spesso oggetto di sostituzione. IFixit spiega come cambiarli.

Con l’esempio di IFIXIT possiamo vedere come il modo per percepire un prodotto è cambiato nella testa dei consumatori. La possibilità di essere in grado di intervenire su di esso è diventata in alcuni casi un criterio di scelta nell’atto di acquisto. Basta vedere come gli utenti Apple cercano costantemente per aggirare i limiti imposti dal marchio. Inoltre, di fronte alla complessità delle flange dei produttori, c’è un nuovo criterio nella percezione dei materiali. Oggi stiamo parlando di “un punteggio di riparazione” per informare il consumatore su come è progettato un prodotto. Pertanto, grazie al sito IFIXIT, puoi vedere il tuo materiale smantellato in tempo reale attraverso video.

Il principio non è nuovo, ma qui fa parte di un più grande Project Integrando una comunità e soluzioni disponibili su una varietà di oggetti. Sta anche demystificando l’apparente complessità degli smartphone, che è stata vista proposte per soluzioni durevoli come con il telefono. La possibilità di riparare i suoi oggetti elettronici è ora sentita come una sfida da questa comunità. È possibile prolungare la vita di un oggetto? È possibile migliorarlo cambiando componenti? Abbiamo davvero il controllo sui diversi tipi di materiali che acquistiamo? Questi sono ragionamenti che potrebbero essere la base di molte questioni nel mondo del design.

Le conseguenze dello sviluppo dei produttori nel settore della progettazione

I progettisti sono alla ricerca di soluzioni, analizza i comportamenti e utilizzano strumenti di prototipazione da diverse nature. Con lo sviluppo dei produttori, abbiamo l’opportunità di vedere su un gruppo di grandi dimensioni di utenti eterogenei che fungono da designer. Essere convinti, vedere semplicemente il numero di inventori che passano da terzi. Escono con prodotti migliorati successivamente presenti a concorsi, come il concorso Lépine.

i professionisti del design possono anche cercare di integrare comportamenti di questa nicchia della popolazione da proporre Nuovi Prodotti.I progetti smartphone scalabili vanno nella direzione di questa riflessione. Soprattutto perché questi utenti fanno parte di una nuova categoria di consumatori. Una categoria che desidera ottenere più prodotti “eco-responsabili”, più intelligenti nel loro design per migliorare la loro durata.

Per combattere l’obsolescenza programmata, i Phonebloks ti permette di cambiare il tuo smartphone nel tempo. Se il progetto è previsto, la domanda è reale e il progetto esiste già in un’altra forma. Ad esempio, gli sviluppatori offrono il tuo smartphone da un Raspberry Pi. Stiamo quindi affrontando molteplici e crescenti iniziative che i progettisti non possono ignorare.

open source, un modello che si sviluppa anche nell’industria automobilistica

MAKERS: Utenti con pratiche industriali Designer | Becreative

Con lo sviluppo di veicoli autonomi, il numero di dati da trattare è senza equivalente. Per ottenere un’efficienza e una capacità di trattamento, il problema della fonte open source si è stabilita. Permette di raggruppare i risultati e far avanzare la ricerca per tutti. È in base a queste condizioni che le case automobilistiche hanno intrapreso progetti collaborativi. In Francia, molti attori sono riuniti in un’associazione: la fabbrica di mobilità. Ci sono quindi start-up, comunità, scuole e laboratori di ricerca.

Un riconoscimento di questi nuovi profili nel mondo professionale

Recentemente in Francia , puoi allenarti a diventare produttore professionista. Ti insegniamo saldatura, carpenteria, programmazione e tutti un set di software per consentire di creare oggetti evoluti e di successo. È un primo riconoscimento per un fenomeno sociale che consente la convergenza di molte discipline.

ci mostra anche che il produttore fa parte di questa nuova generazione di “giovani” che stanno cercando ancora il loro marchio per adattarsi in modo permanente nel paesaggio. C’è una buona possibilità che vediamo i curricula del designer che integrano i corsi presenti in formazioni di produttore. E naturalmente, le formazioni emergenti dei produttori disegnano anche curricula del designer.

conclusione

Come hai capito, i produttori sono nel processo di modifica della compagnia profondamente. Al fine di appropriarsi strumenti complessi, partecipano all’integrazione delle nuove logiche dei consumatori. I terzi, nel frattempo, crescono e cercano la loro logica economica. Le collaborazioni con case automobilistiche e attrezzature fornitori si stanno moltiplicando. Leroy Merlin è ad esempio partner di Techshop.

È forte per scommettere che i profili utente avanzati vengono a influenzare i progettisti nelle loro creazioni. Tuttavia, ci vorrà un piccolo passo indietro e un sacco di progetti per integrare questa logica di creazione e sviluppo che dà la parte naturale al pooling della conoscenza.

Infine, per andare oltre nel design del prodotto, gli strumenti dovranno adattarsi e aprire fino a vari del pubblico. È in questo spirito che i produttori stanno lavorando su hardware e interfacce accessibili. Questo è ciò che vedremo in un futuro articolo dedicato alla crescita di strumenti e software di progettazione.

per andare oltre questo tema:

Il sito di Makerspace qui Montreuil: clicca qui

Un articolo sul progetto della stampante 3D realizzato da rifiuti computer: clicca qui

Il sito relativo al progetto PI-Top: clicca qui

Il sito IFIXIT che consente di intervenire su oggetti attraverso video esplicativi: Clicca qui

Il sito che presenta il progetto Phoneblocks: clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *