Malattie croniche

Responsabile: Bochud Murielle, Bulliad Jean-Luc

La nostra missione è aiutare a prevenire le malattie croniche, anche attraverso la ricerca universitaria su malattie e fattori di cardiovascolare, metabolico rischio o cancro per tutta la vita (vita-epidemiologia), il Consiglio sulle strategie per prevenire queste malattie e la valutazione e le competenze.

Interrogazioni

Il settore delle malattie croniche sta studiando l’epidemiologia e la prevenzione di Malattie croniche e fornisce competenze per consigliare le strategie pertinenti per prevenire tali malattie. Le attività di ricerca e assistenza includono le seguenti domande:

  • Qual è la frequenza delle malattie croniche come tumori e malattie cardiovascolari nella popolazione? Quali sono le tendenze nel tempo?
  • Come guidare la sorveglianza della malattia cronica? Quali fonti di utilizzo dei dati? Come interpretare questi dati?
  • Quali sono i fattori di rischio e i determinanti delle malattie croniche? Cibo? Comportamenti per la salute? L’ambiente ? Patrimonio genetico o epigenetico? Fattori sociali? Le loro interazioni?
  • Quali programmi di prevenzione e politica sanitaria hanno dimostrato efficienza per prevenire queste malattie croniche e promuovere una buona salute? In quali gruppi della popolazione, in quali tempi di vita? Quali sono gli impatti attesi delle misure per le persone a rischio e quelle che si rivolgono all’intera popolazione? Come ottimizzare lo screening per gli utili svantaggi eccezionali?

Aree e temi interessati

Il registro dei tumori VAUD (RVT)

Il registro dei tumori VAUDOIS (RVT) è integrato nel settore delle malattie croniche. La sua missione è quella di raccogliere, codice e registrare informazioni su tutti i casi di cancro nel cantone di Vaud. Questi dati consentono la sorveglianza sanitaria (frequenza, tendenze, prognosi) dei tumori a livello cantonale e nazionale e rifornimento di ricerca sull’epidemiologia dei tumori. Il settore garantisce anche la supervisione scientifica dei registri tumorali dei Cantoni di Neuchâtel e del Giura.

Epidemiologia del cancro (Gepic)

I dati della ricerca sui mangimi del registro dei tumori VAUD (RVT) su epidemiologia ed eziologia dei tumori. Il Gruppo di ricerca di epidemiologia del cancro (Gepic) valuta inoltre gli interventi di prevenzione, compresa la partecipazione, la qualità, l’efficienza, il costo e l’impatto dello screening del cancro. In particolare, è responsabile della valutazione dello screening della mammografia in Svizzera e diversi programmi cantonali di screening del cancro (seno e colon). Gepic è anche coinvolto nella ricerca internazionale di screening del cancro.

Bambini e Adolescenti Salute (GRSA)

Il settore delle malattie croniche conduce i bambini e gli adolescenti della ricerca sulla salute. Il gruppo di ricerca sanitaria Adolescent (GRSA) è affiliato sia a Unisanté che dal dipartimento di Child-Women-Women-Women, e mantiene stretti legami con la Divisione Health Interdisciplinary IPL (DISA) del Chuv. Collabora con altre istituzioni cantonali, federali e internazionali. GRSA lavora anche a stretto contatto con l’Istituto di Psicologia e la Facoltà di Scienze sociali e politiche di Unile con cui organizza il simposio annuale dell’adolescenza, così come con il Dipartimento universitario della psichiatria del bambino e del bambino. Adolescente (Super).

Questo gruppo conduce la ricerca clinica e la salute pubblica focalizzata su adolescenti e giovani adulti. Ha condotto indagini epidemiologiche, valutazioni, studi clinici e studi qualitativi dal 1991. Anche la transizione dalla cura tra pediatria e medicina per adulti di adolescenti che vivono con malattie croniche è anche studiata.

Determinanti socio-economici delle malattie croniche

Il settore delle malattie croniche sta studiando il contributo alle disuguaglianze sociali per le malattie cardio-metaboliche e i meccanismi con cui queste disuguaglianze sono biologicamente integrate, incluso da Intermediario di fattori di rischio modificabili e meccanismi epigenetici. Un progetto di ricerca europeo, finanziato dal programma Horizon 2020, studia le traiettorie di invecchiamento nelle persone appartenenti a diversi gruppi socio-economici. Il lavoro si concentra sul ruolo dei fattori di rischio modificabili secondo lo stato socio-economico.

Epidemiologia nutrizionale

Il settore delle malattie croniche conduce diversi progetti nel campo dell’epidemiologia nutrizionale. Il settore è stato obbligato dall’ufficio federale per la sicurezza alimentare e gli affari veterinari per svolgere il National Food Survey (Menuch), in collaborazione con l’Istituto di medicina sociale e Berna preventiva e in collaborazione con l’Ufficio federale della sanità pubblica. Il settore è anche coinvolto nei progetti alimentari a base di alimenti, e più specificamente sul consumo di sale.

Epidemiologie di malattie cardio-metaboliche

Il settore conduce o collabora con diversi progetti principali (incluso Diverse coorti) per la ricerca su malattie cardio-metaboliche, renali, nonché i loro determinanti genetici e non genetici (colaus, sondaggio svizzero su sale, skipogh, ercole, tra gli altri), in collaborazione con diversi servizi Chuv (nefrologia, medicina interna , Genetica medica, pediatria, ecc.) E con altri ospedali universitari svizzeri (incluso abbraccio e inselimenti) e vari partner internazionali.

Seguendo il coinvolgimento di Unisante (ex-iumsp) in Who Monica (tendenze di monitoraggio di malattie cardiovascolari) Studio negli anni ’70-1980, il settore ha studiato la transizione epidemiologica e l’emergere di malattie croniche nei paesi in via di sviluppo Sviluppo. In tale contesto, il settore partecipa alle consultazioni tecniche su tali malattie e valutazioni dei programmi nazionali per chi. Il settore conduce la ricerca sulle malattie croniche e sui fattori di rischio in diversi paesi in Africa, anche attraverso un programma di ricerca e prevenzione delle Seychelles. Le collaborazioni scientifiche esistono con l’Università di Loyola a Chicago (studio di coorte esaminando la relazione tra attività fisica oggettivamente misurata, microbiome, obesità e diabete); L’Università di Rochester a New York (dati nei bambini); L’Imperial College di Londra, Università di Harvard e Università del Tuft (Global Bonde of Mathment) e Università dello Shandong, Cina (metadati nei paesi in via di sviluppo).

Ricerca e formazione

Il settore beneficia dei finanziamenti di ricerca, compreso il Fondo svizzero della ricerca nazionale (FNS), la Lega svizzera contro il cancro, la Comunità europea, la Confederazione svizzera e il NIH (USA). I ricercatori del settore delle malattie croniche forniscono anche lavori di mandato, in base alle esigenze sanitarie del cantone e dalla confederazione o per altre istituzioni, compresi chi. Inoltre, supervisionano il lavoro del master, il dottorato della medicina (DD) e il dottorato di dottorato da UniL’s Life Sciences (PHD), nel campo dell’epidemiologia e della salute pubblica.

Il settore fornisce corsi e formazione, tra gli altri, presso la FBM, l’EPFL, la Swiss School of Public Health (SSPH +), nel contesto dei casi (sanità pubblica, ricerca clinica), in altri Università svizzere e straniere (Università di Brescia, Università svizzera di Ginevra e Lugano), un corso con chi, corsi per Hes (Hesavs) e un bambino cronico e un corso adolescenziale (Giorno dei ragazzi).

Nel 2019, 190 ore di insegnamento sono state fornite dai dirigenti del settore. Questi dirigenti supervisionati o co-supervisionati 28 studenti (13 studenti in “Master”, 3 studenti in “Tesi MD” e 12 tesi “PhD”), 3 dei quali ottennero il loro dottorato. Il settore delle malattie croniche conduce o contribuisce, a quasi 100 pubblicazioni esperte all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *