Restituzione dei viaggiatori in Canada Un test negativo richiesto sul bordo del terreno lunedì

(Ottawa) Il governo trideau stringe le misure di controllo della salute al confine canada-americano . A partire dal 15 febbraio, i viaggiatori ritornano nel paese saranno tenuti a fornire dogane canadesi da un documento che dimostra un risultato negativo del test di CIVID-19 risalente a 72 ore.

pubblicato il 9 febbraio 2021 alle 11:32 Aggiornato alle 12:16
Condividi

  • assegno; LINK COPIY

Joël-Denis Bellavance Joël-Denis Bellavance
La stampa

Questa misura è già stata in vigore dal 7 gennaio nel caso dei viaggiatori che ritornano in campagna in aereo. Questi devono avere un test negativo da tre giorni prima dell’imbarcare dell’aeromobile che li riporta al paese.

Primo ministro Justin Trudeau ha annunciato questa nuova misura durante una conferenza stampa Cottage per prendere il punto della pandemia di Cviv-19.

I viaggiatori che non dimostrano un test negativo saranno esposti ad una multa che potrebbe raggiungere $ 3.000, ha detto Trudeau. Ma nessun viaggiatore sarà represso al confine dato che qualsiasi cittadino canadese ha il diritto costituzionale di tornare a casa.

“Possiamo, tuttavia, applicare le sanzioni se non hanno il loro test. Attento controllo della salute in Canada con altre proiezioni. Ma sappiamo che la stragrande maggioranza delle persone farà ciò che è necessario e ottenere un test per mostrarlo al Border ed essere in grado di tornare a casa per mettere in quarantena due settimane “, ha detto il primo ministro.

Il primo ministro ha indicato che altre misure saranno annunciate nei prossimi giorni. “Ci sono maggiori dettagli che annunceremo sulle misure che metteremo in atto, ma volevo dare alle persone un po ‘di avvertimento che dal prossimo lunedì, se torni in Canada dal confine di terra, allora dovrai dimostrare un negativo Testare da 72 ore “, ha detto.

Il primo ministro non ha ancora confermato la data in cui le nuove misure devono entrare in vigore la quarantena obbligatoria per i canadesi che ritornano in campagna dopo aver preso un viaggio all’estero non essenziale.

10 giorni fa, Mr. Trudeau ha annunciato che i viaggiatori che ritornano in paese dovranno sottoporsi a un secondo test obbligatorio all’aeroporto quando arrivano. E dovranno rimanere in quarantena a loro spesa – a un costo di oltre $ 2000 – in un hotel supervisionato per un periodo di tre giorni in attesa del risultato del loro test.

Se il test è negativo, i viaggiatori saranno in grado di completare i loro quarantini a casa e le autorità imporranno maggiori misure di monitoraggio. I viaggiatori il cui test è positivo si mette in quarantena in un centro sanitario pubblico per assicurarsi che non portino una nuova variante del virus. Il governo federale si prenderà cura di questi costi. Queste misure, che si applicheranno anche ai viaggiatori degli Stati Uniti, dovrebbero entrare in vigore al più presto il 14 febbraio, secondo le informazioni ottenute dalla stampa.

Vaccini: sei milioni di dosi entro la fine di marzo

Di fronte ai giornalisti, martedì, il signor Trudeau ha nuovamente affermato che il Canada riceverà sei milioni di dosi di vaccini pfizer e moderna La fine di marzo, nonostante i recenti ritardi nella consegna.

Secondo il Grande Generale Dany Fortin, che è responsabile della logistica e della distribuzione dei vaccini nel paese, il Canada deve ricevere 70.000 dosi del vaccino del pfizer questa settimana, 400.000 dosi la prossima settimana e 475 000 dosi durante l’ultima settimana di febbraio.

Secondo il Primo Ministro, il Canada può aspettarsi un aumento significativo del numero di dosi che riceverà nelle prossime settimane.

“Questa settimana, queste sono decine di migliaia di dosi extra di Pfizer che arrivano, e diversi altri milioni vengono da loro da loro. Per quanto riguarda i vaccini, le cose sono tenute come pianificate nonostante le scadenze. Temporaneo. Noi riceverà 20 milioni di dosi di Pfizer e Moderna durante la primavera “, ha detto.

“Gli altri candidati vaccini sono stati approvati. Gli esperti della salute del Canada funzionano molto duramente e potresti essere sicuro che qualsiasi vaccino approvato sarà sicuro e sicuro. Confermo, tu e la tua famiglia possono essere vaccinati entro settembre” Egli ha detto.

Riconoscendo che le regole di ammissibilità non erano chiare per ottenere il beneficio di emergenza canadese (PCU) per i lavoratori autonomi, il signor Trudeau ha confermato che le entrate il Canada non richiederanno un rimborso dei pagamenti che sono stati pagati.

“So che alcune persone hanno evidenziato informazioni imprecise relative al reddito netto e ai requisiti del reddito lordo per il PCU. Vogliamo chiarire la domanda. Le persone che hanno applicato in base al loro reddito lordo piuttosto che il loro reddito netto Non è necessario restituire i pagamenti che sono stati pagati fino a quando la loro richiesta soddisfi anche gli altri criteri di ammissibilità “, ha detto.

M. Trudeau ha anche invitato ancora una volta le province di utilizzare i test rapidi del governo federale. In tutto, Ottawa ha spedito 19,6 milioni di questi test rapidi verso le province.

“lo screening è efficace. E vogliamo garantire che vengano utilizzati i test di screening. Questi strumenti essenziali ci aiuteranno a attraversare i mesi invernali e avviano il periodo di vaccinazione di massa in primavera nel miglior stato possibile”, ha detto il primo ministro.

“Oltre a parlare della necessità di utilizzare test di screening rapidi durante i nostri incontri regolari con i primi ministri, stiamo lavorando con il settore privato per distribuire questi test sul posto di lavoro. Il livello del paese”, Advanced Mr. Trudeau.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *