Ritratti di leader. Julia Seefdjian, rimbalza dopo la crisi

Nel 2019, ci ha accolto nel suo ristorante vicino alla Senna, tra Notre-Dame e il giardino delle piante a Parigi. Niçoise Julia Sédefdjian aveva rivendicato il nome, Baieta, che significa “piccolo bacio” in Provenzale.

A Nizza, i suoi genitori – Agente immobiliare e radiologo – non lo spinse mai verso il restauro, la professione conosce la cronophagaga, ruvido e molto maschile. Ma qui, il piccolo Julia è avido, ammira la sua madrina cordon-bleu e alle 14, ha convinto la sua famiglia a seguire, grazie a una deroga, una cucina del capo alternando un apprendimento in un ristorante. Chief David Faure Il punto di riferimento e registrato con la migliore competizione apprendista, di cui vince la medaglia dell’oro regionale.

Un nuovo indirizzo?

Arrivo a Parigi alle favole della fontana come un semplice impiegato , il più basso della scala, sale ogni passo per diventare uno chef e ottenere la ricompensa definitiva, una stella Michelin. Biata, che ha aperto nel 2018, mostra sempre il prezioso macaron.

di fronte al Crisi attuale, la giovane donna si rifiuta di rinunciare. c OMME Durante il primo confinamento, offre piatti da asporto, in particolare le ciotole caraibiche del suo altro ristorante, Bô, aperto con i suoi associati. Una formula semplice ed efficace, che spera di svilupparsi in futuro a un nuovo indirizzo di Parigi, se le banche lo seguono.

a Pissaladière

I piatti di Julia sono generosi, delicati , I buongustai, come gli Aïoli delle cipolle locali, diventano una delle sue firme. Ma è il “Peis Sala”, il pesce salato nel vecchio Provencal, che ha dato il suo nome alla Pissaladière, che presenta qui.

Pissaladière versione julia seefdjian.

La versione di Pissaladière Julia Seefdjian. (Julia sedefdjian)

Ingredienti per dodici persone:

per pasta pane 500 g di farina, 150 g di acqua, 10 g di sale, 15 g di lievito da forno, 100 g di olio d’oliva; per il confit di cipolle 2 kg di cipolle di paglia, 100 ml di olio d’oliva, 1 bouquet guarnito, 2 spicchi d’aglio; per il finale 50 g di Nizza Olive, 50 g di acciughe con sale.

Preparazione:

Peel Cipolle, singola finemente e metterli in una grande casseruola con olio d’oliva, chiodi di garofano aglio e bouquet guarnito, sale e pepe , Coprire e cuocere a fuoco basso per 45 minuti. Rimuovere l’aglio alla fine della cottura.

Prepara il lievito: su un piano di lavoro o in un culo di gallina, metti 125 g di farina, Per scavare una fontana e aggiungere il lievito diluito in un piccolo acqua tiepida. Mescolare tutto per ottenere una palla di pasta e lasciarlo riposare coperto con un panno. In mezz’ora, l’impasto deve il doppio volume.

Disporre la farina rimanente in corona, aggiungere acqua, olio d’oliva, sale. Lavorare l’impasto aggiungendo acqua fino alla consistenza. Aggiungere il lievito all’impasto e impastalo tutto. Lasciare riposare per un’ora da coprire.

Olio Una padella o piastra a torta, diffondere l’impasto di spessore 1/2 cm, aggiungere le cipolle, decorare con acciuga e olive. Metti in forno, precedentemente riscaldato, per 18 minuti a 190 gradi. Pepe fuori dal forno.

È il migliore tiepido!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *