Viaggi culturali e storici di Clio

Il sole e la luna
Quando si pensa alle civiltà pre-colombiane del Sud America, nativamente mentide l’immagine dell’Impero Inca e del tempio del sole, nel cuore di Cuzco, dove è stato riverito Inte, il Dio solare. Tuttavia, Cuzco non era la più grande città pre-colombiana e l’altopiano andino non era l’unica area di stati potenti. Sotto la cordillera, le pianure costiere con clima caldo e più arido sono anche il quadro di grandi civiltà. Era solo il 1470, ma solo circa sessant’anni prima dell’Impero Inca ha ceduto sotto i colpi dei Conquistadors spagnoli, che Tupac Inca Yupanqui è riuscito a cogliere il regno di Chemu e il suo capitale Chan Chan, la città più grande che l’America Prerollian ha conosciuto Sotto la protezione di se – la luna divinizzata – che i Chimús si sentono più potenti del sole, poiché poteva apparire di notte come giorno …> Roots molto antiche ‘anzianità dell’insediamento umano in questa regione del continente è ancora Eccezionale dagli archeologi, è certo che nel 18 ° millennio davanti alla nostra era, la costa peruviana era occupata da popolazioni già forti. Diversato che si è diversificato nella coltivazione di legumi, zucca, che pecciato, cacciava i mammiferi marini e sapeva come girare il cotone. L’ingegnosità degli uomini ha permesso loro di addomesticare una natura spesso ribelle, per adattarsi ai vincoli di altitudine nelle Ande o per combattere l’aridità della pianura grazie ad una prima padronanza di irrigazione. La costa nord è nata e cresce colture brillanti, tradotte in aziende gerarchiche, spesso dirette da un’élite di sacerdoti. La coltivazione di Chavin, emersa al 1 ° millennio davanti alla nostra epoca, aveva già dotato di un’architettura e arte notevole e controllava il lavoro d’oro, denaro e bronzo. Riuscito alla civiltà del regno di Ugly, ben noto ora attraverso la scoperta della tomba del “Signore Sipan”. All’VIII secolo, tuttavia, la regione costiera, singolarmente quella del Lambayeque, era soggetta al dominio culturale e politico del regno andino di Huaari, centrato intorno a Tiahuanaco, prima di conosce un nuovo apogeo con l’Impero della Chemu.

La civiltà di Chemu
Eredi diretti della brutta coltivazione, i Chimús hanno riscontrato i canali di irrigazione abbandonati della valle del fiume Moche e, dal X secolo, aveva una crescita demografica che gli ha permesso di costituire se stessi in a Dominico potente all’inizio del XII secolo. Per due secoli, il regno è rimasto il più potente e organizzato dagli stati, amministrato secondo una stratificazione sociale complessa, altamente gerarchica e centralizzata che ha permesso di mobilitare un lavoro sufficiente per ottenere impressionanti aggiustamenti idraulici, come questo canale di irrigazione lungo 74 chilometri che ha portato il Chicama Acqua alla capitale, Chan Chan, che ha permesso, nella dependance, diverse colture all’anno. La produzione agricola è diventata abbastanza importante da consentire agli scambi con le regioni andina, in particolare di disporre del peltro che serviva come Chemús per sviluppare una notevole metallurgia in bronzo. L’organizzazione del Regno era basata su un sistema amministrativo strutturato e una maglia territoriale organizzata attorno a città fortificate con, nella sua testa, Chan Chan, la capitale.
Chan Chan
per quasi 20 chilometri quadrati, Chan Chan era il La città più grande mai costruita in mattoni grezzi. Alla periferia, i distretti residenziali, i modesti centri di costruzione tradizionali, ma il cuore della città consisteva in una serie di cerniere di cittadelle di alte mura che potevano raggiungere tredici metri di altezza, ognuna del palazzo contenente, piramidi di templi, magazzini, frutteti e cimitero. Sembra che ogni sovrano abbia costruito il proprio palazzo, il precedente che diventa il complesso funerario del Sovrano deceduto. Oggi è stato restaurato uno di questi set, il “Palazzo” Tschudi. Qui è dove possiamo ammirare meglio i notevoli bassi rilievi scolpiti in Adobe che ha i muro di mattoni: fregi geometriche, rappresentazioni realistiche o stilizzate di pesci, uccelli, granchi, tartarughe, mostri marini e alcune figure antropomorfiche … la stessa struttura delle pareti è incredibile, composta da grandi alveoli in scanalature sovrapposte come i raggi di un alveare. Quando il regno di Chemu è scomparso sotto i colpi degli Incas, quest’ultimo incorporava la chemu della burocrazia nell’organizzazione del loro impero, ma non poteva mantenere lo splendore di Chan Chan che era già tornato nel deserto quando arrivarono i conquistatori spagnoli.

per visitare Chan Chan con CLIO
PE 32 – 18 giorni

perù, è prima di tutti i paesaggi impressionanti, quelli del Altiplano Central, le cime innevate delle Ande, le rive del lago Titicaca o una costa tranquilla. Deserto, punteggiato. .. Scopri questo viaggio

cronologia del Perù

peru appare molto presto come una grande casa storica, uno degli spazi geografici privilegiati in cui alcuni dei “primi colture …” / div>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *