Zoom sull’origine dell’espressione “BEC-de-Hare”

Lo slot di labio Palatine, precedentemente chiamato “becco-de-lapre”, corrisponde a una malformazione congenita dal viso. Colpisce la parte inferiore del viso (il labbro superiore e il palazzo). Ci concentreremo qui all’origine dell’espressione “Beak-Deck”, meno e meno impiegati.

A Beak-de-Hare: Che cos’è?

The Lep-de -Hare è la denominazione comune di slot labiali e palatali, vale a dire, lo slot labbro e il palazzo. Oggi parliamo di più sulla fessura di Labio Palatine. Si noti che ci sono forme diverse:

  1. gli slot labiali: corrispondono all’assenza di fusione del tessuto embrionale del viso con conseguente perdita di continuità del labbro superiore. Possono solo riguardare il labbro da un lato, poi parliamo di fessure labiale unilaterali o su entrambi i lati, è quindi le fessure laboriose bilaterali.
  2. Slot palatine: corrispondono all’assenza di fusione del caveau palatale portando a una comunicazione tra il naso e la bocca. Possono relazionarono con l’intero palazzo osso e muscolare (fessure palatrici della bicicletta), o solo la parte più posteriore del palazzo, solo i muscoli è quindi slot prolary.
  3. Labio Palatine Slots: corrispondono alla mancanza Di fusione del labbro e del caveau Palatino, associano le due forme precedenti.

La spiegazione di queste malformazioni è semplice. Il becco di una lepre può formarsi quando i boccioli facciali, che normalmente costituiscono il labbro, e le lame palafatiche, che devono formare il palato, non hanno saldato durante l’embrioogenesi (durante i primi 2 mesi). Ciò si traduce in una perdita di funzioni e disgrazia estetica. Infatti, al bivio della bocca e dal naso, questa malformazione congenita può causare difficoltà di alimentazione e respirazione nel neonato, oltre a disturbi del discorso e della crescente di audizione.

Lep-de-Hare: Dove L’espressione viene da?

il becco della lepre corrisponde alla disgrazia risultante dalla deformazione del labbro superiore. Sebbene sia sempre meno occupato al giorno d’oggi, questa espressione viene utilizzata perché il labbro superiore della lepre è diviso.

Infatti, la scanalatura a forma di y che incornicia le due narici della lepre. E chi Va giù al labbro superiore è caratteristico. Deve quindi essere il termine “becco-de-hare”, ora errato. È stato usato in un momento durante il quale sono stati usati molti termini animali per caratterizzare le malformazioni come “bocca del lupo”, “mutandine del cavallo”, “occhio rumoroso”, …

bec-of -levre: i trattamenti

Il trattamento chirurgico delle fessure di Labio Palatal è sistematica, dall’età di 1 mese per il labbro e tra 4 e 6 mesi per il palazzo. Sarà quindi necessario iniziare a monitorare la parola e la crescita del mascellare . Oltre a questo, i professionisti della salute sostengono una parcheggiatura precoce e un monitoraggio regolare, se necessario, dalla riabilitazione della libreria vocale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *